Libri

Da Boston alla Groenlandia con l'inedito Kerouac

LONDRA, Regno Unito — Un viaggio da Boston alla Groenlandia, raccontato dal padre della Beat generation. A quarant’anni dalla morte lo scrittore Jack Kerouac torna con un romanzo inedito che verrà pubblicato dalla casa editrice Pinguin.

“The Sea is my brother” (Il mare è mio fratello) prende le mosse da un manoscritto ritrovato negli archivi di Kerouac dal cognato e risalente a 60 anni fa. Ora è diventato un volume di 158 pagine, che racconta la storia di due ragazzi in servizio nella marina militare che viaggiano da Boston alla Groenlandia.

Kerouac, che scrisse l’opera poco più che ventenne, aveva effettivamente trascorso otto giorni in servizio su una nave nel 1942. Da qui l’ispirazione per narrare le vicende dei due protagonisti tra bevute colossali e contemplazione delle solitudini marine.

Meglio, però, non aspettarsi un capolavoro. I critici che lo hanno già letto lo hanno definito “ruvido e immaturo”, anche se, pare, lasci intravedere alcuni dei tratti futuri dello scrittore. “La cosa interessante”, ha dichiarato l’editrice Dawn Ward, “è che il libro mostra l’evoluzione dello stile letterario di Jack”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close