Alpinismo

Busca e Blanc, alpinismo da calendario

immagine

AOSTA — Saranno Alex Busca e Abele Blanc i volti del mese di "luglio" nel calendario 2007 dell’Esercito Italiano. Sguardo limpido e sicuro, puntato verso le vette, i due alpinisti valdostani spiccano tra le immagini e le testimonianze di vita del Calendesercito 2007, che ospita personaggi noti e meno noti, soldati di professione e professionisti civili, tutti accomunati dall’impegno per il futuro del nostro Paese.

Il tradizionale calendario, intitolato "Esercito italiano, una risorsa per il Paese" è stato presentato ieri a Roma. Porta la prefazione del generale Filiberto Cecchi, capo di stato maggiore dell’Esercito, e contiene dodici splendide tavole destinate ad accompagnare gli italiani per tutto l’anno a venire.
 
Da una parte ci sono artificieri, medici, atleti, piloti, amministratori, geografi, ingegneri dell’Esercito Italiano. Tutti soldati di professione. E dall’altra dirigenti pubblici, accademici, sportivi, amministratori e scienziati. Professionisti civili che, grazie alla loro attività, sono a contatto continuo con le forze armate.
 
A questo elenco non poteva mancare l’alpinismo, da sempre una delle attività più gloriose del nostro paese. Un alpinismo splendidamente personificato dal maresciallo degli alpini Alex Busca e dall’alpinista Abele Blanc. Busca è istruttore di sci alpino, guida alpina militare ed istruttore nazionale delle guide alpine civili. Ha scalato 3 ottomila tra cuil’Everest senza ossigeno nel 2004, restando sulla cima per due ore effettuando rilevazioni scientifiche e lo scorso dicembre è stato sul Fitz Roy con una spedizione dell’esercito. Abele Blanc, 52 anni, valdostano e alpinista di fama internazionale, ha scalato 13 dei 14 ottomila della Terra.
 
Tra gli altri volti "civili" del calendario troviamo Guido Bertolaso, capo della protezione civile, Ettore Sequi, ambasciatore italiano a Kabul, Massimo Barra, presidente della Croce Rossa; Luca Pancalli, vice presidente del Coni e presidente del comitato italiano paraolimpico; Goffredo Sottile, prefetto di Torino; Stefano Baldini, medaglia d’oro nella maratona ad Atene 2004; la presentatrice Licia Colò; Antonino Zichichi, presidente della federazione mondiale scienziati; il Prof. Pier Paolo Mariani chirurgo ortopedico e docente universitario.
 
E fra i militari "da calendario" ci sono il caporale maggiore Mara Zini e il caporale Katia Zini, del Reparto attività sportive di Courmayeur, vincitrici del bronzo nello short track alle Olimpiadi di Torino 2006. Poi il capitano Nicola di Pace, ufficiale della Cooperazione Civile Militare (missione in Afghanistan); il tenente Maria Catena, funzionario Onu; il caporal maggiore Giovanni Palumbo, missione Unifil 2 in Libano; l’equipaggio per la vigilanza incendi boschivi; il caporalmaggiore Rita De Cesaris, atleta militare, il maggiore Alberto Serra, chirurgo ortopedico; il Maggiore Paolo Nespoli, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea; e altri ancora.
 
Ieri, in occasione della presentazione del calendario, sono stati presentati anche i risultati di un’indagine dell’Eurisko sull’immagine dell’Esercito italiano. Ottimi i risultati: l’opinione pubblica sembra avere un’eccellente immagine dell’esercito, portatore di valori ampiamente positivi e valorizzato, ultimamente, dalla componente femminile.
 
Il Calendesercito 2007 è scaricabile dal sito dell’Esercito Italiano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close