AlpinismoPareti

Spedizione invernale italiana sui monti del Tien Shan

Tien Shan Paolo Rabbia
Tien Shan - Paolo Rabbia

BISKEK, Kirghizistan — Una spedizione italiana alla scoperta delle splendide montagne del Tien Shan. E’ quella condotta in questi giorni d’inverno sulle cime del Kirghizistan da Paolo Rabbia e Giacomo Para, alpinisti e sciatori cuneesi di alto livello. I due compagni sono partiti il 28 gennaio dall’Italia, non con un obiettivo preciso ma con la voglia di vivere un’avventura di vera esplorazione tra monti sconosciuti della remota catena asiatica.

I protagonisti della spedizione “Somewhere in Tien Shan”  in realtà sono tre, tutti piemontesi. Oltre ai due alpinista Giacomo Para e Paolo Rabbia, quest’ultimo nell’inverno 2008-2009 autore della prima traversata scialpinistica dell’Arco alpino, c’è infatti anche l’ex rallista Giorgio Berutti, che li aiuta negli spostamenti in jeep.

Il trio è arrivato in Kirghizistan a fine gennaio, poi ha raggiunto il lago di Song-Kul, il grande bacino alpino completamente ghiacciato posto a 3.016 metri di altitudine. Il 4 febbraio Rabbia e Para hanno salito la prima cima, una vetta di 4000 metri in una zona a Sud di Bash-Kaiyndy, di cui non è noto il nome. “Una scalata molto interessante – comunicano gli alpinisti sul sito della spedizione -, per il paesaggio favoloso e soprattutto perché durante la scalata abbiamo seguito le impronte dei leopardi delle nevi”.

Tien Shan - Giacomo Para
Tien Shan - Giacomo Para

Secondo quanto riferito dal sito, la spedizione starebbe cercando di portare a casa una buona documentazione geografica di questa parte della catena montuosa del Tien Shan. Tra il 6 e il 15 febbraio hanno salito con gli sci d’alpinismo e senza altre 4 montagne, il cui nome non è noto al gruppo, tutte comprese tra i 3000 e i 4000 metri di quota.

La spedizione resterà in Kirghizistan fino a fine febbraio. L’altitudine media del paese è di 2600 metri, il territorio è grande all’incirca quanto Austria e Ungheria, ed è per lo più montuoso. Tra le vette più note alla comunità alpinistica internazionale ci sono il Khan Tengri e il Pobeda, due giganti di 7000 metri, spesso meta di spedizioni estive. L’alpinismo invernale è invece più raro in questa regione.

Info: http://www.entec.it/Tien_Shan.html

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close