AlpinismoAlta quota

Gli uomini del GI nel selvaggio nord del Karakorum

GI,Trekking con i cammelli nel selvaggio nord del Karakorum
GI,Trekking con i cammelli nel selvaggio nord del Karakorum

KASHGAR, Cina — Sono nel cuore della Shaksgam Valley, gli uomini diretti alla parete Nord del Gasherbrum I. Dopo quattro giorni di cammino con i cammelli, hanno raggiunto Durbin Jangal, l’ultima oasi prima di addentrarsi fra morene e ghiacciai e superare l’Aghil pass. Ecco le prime impressioni e le prime immagini dell’avventura sul selvaggio versante nord del Karakorum.

“Siamo al quarto giorno di cammino – racconta Daniele Bernasconi -.  Oggi abbiamo fatto una tappa corta, vogliono che i cammelli mangino e si abbeverino bene prima del difficile tratto su ghiacciaio. Il tempo è buono, e dovrebbe rimanere tale ancora per tre o quattro giorni: il tempo utile per arrivare al campo base”.

Bernasconi, Mario Panzeri ed Hervè Barmasse sono partiti dall’Italia lo scorso 11 giugno. Dopo una tappa a Islamabad si sono trasferiti in Cina, dove hanno sbrigato tutti i preparativi per la spedizione e iniziato il trekking verso il loro obiettivo. L’inesplorata parete settentrionale del Gasherbrum I, 8.068 metri, che vogliono salire in stile alpino.

“Fa freddo e c’è molta neve in alto – racconta Bernasconi -. Ci sono state molte precipitazioni, ha piovuto anche fino al giorno prima di iniziare il trekking. Ora abbiamo ancora uno o due giorni di cammino con i cammelli e poi saliremo ad esplorare la zona dove installare il campo base”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close