Alpinismo

Mondinelli bloccato dalla bufera: stanotte nuovo tentativo

immagine

ANNAPURNA, Nepal — Dovevano partire per la cima ieri sera alle 20. Il cielo era sereno, ma i forti venti d’alta quota (nella foto) hanno fermato la loro salita intorno ai 7.000 metri di campo 3. Per Mondinelli e compagni, tuttavia, non è ancora il momento di mollare: stanotte potrebbe essere quella decisiva.

Da ieri sulla Nord dell’Annapurna spirano dei venti terribili e molto freddi. L’abbassamento della temperatura ha già costretto alla rinuncia Fabio Iacchini, che ieri ha deciso di ritornare sui suoi passi mentre i compagni raggiungevano campo III.
 
Questa mattina, anche uno dei due Sherpa della spedizione è ritornato al campo base. A settemila metri, bloccati nel mezzo della tempesta di vento, rimangono Silvio Mondinelli, il valtellinese Marco Confortola e il valdostano Marco Camandona, insieme all’altro Sherpa. Che ora pensano a riposare, reidratarsi e a scaldarsi come possono.
 
"Il cielo è sereno – racconta Mondinelli – ma con questo vento sarebbe impossibile affrontare la salita verso la cima, è già stato difficile arrivare qui. Tuttavia non molliamo e continuiamo a sperare che la bufera cessi entro la serata, alla faccia delle previsioni meteo".
 
Già, perchè il meteo non è molto favorevole. Il sole, in questi giorni, rimane di solito fino alle prime ore del pomeriggio, quando cala la nebbia e inizia a nevischiare fino a sera. Condizioni non proibitive il tentativo di cima, se non fosse per vento che, domani, è previsto ancora molto forte.
 
"Sono comunque ottimista, di solito questa data mi porta fortuna – racconta ancora il "Gnaro" nazionale -, l’11 e il 12 di ottobre mi hanno già regalato cinque ottomila. In ogni caso questo non sarà l’ultimo tentativo: nel caso fossimo costretti a rinunciare, tra tre o quattro giorni riproveremo di nuovo".
 
Ma, per ora, bisogna pensare al presente. Alla notte che sta per arrivare, al vento che deve smettere di soffiare.
 
 Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close