Foto

Alpini: folla al Pian delle Betulle

immagine generica

Gli anni passano ma lo spirito degli alpini resta immutato. Questo il commento che viene spontaneo davanti all’emozionante festa che questo weekend ha pervaso il Pian delle Betulle, dove gli alpini hanno festeggiato il 50esimo anniversario della celebre chiesetta eretta lassù per sciogliere il voto del battaglione Morbegno, decimato sul fronte greco, albanese e russo durante la seconda guerra mondiale. Dalla fiaccolata notturna alla messa del cardinal Tettamanzi, dal pranzo sul prato ai giochi dei parapendii, ecco tutte le foto dell’evento.

Dopo anni di presidenza dovrei essere abituato- ha detto Corrado Perona, presidente dell’Ana -. E invece non ho potuto fare a meno di commuovermi, di fronte a questa folla e alla fiaccolata di ieri sera. Il sacrificio del Morbegno, gettato sul fronte nel 1940 senza salmerie e male attrezzato per il rigido inverno dei Balcani, rivive oggi grazie a tutte le persone che ricordano il voto fatto dagli Alpini in Albania e sciolto con la costruzione di questa chiesetta. E’ un testamento che non c’è stato bisogno di scrivere, perchè quegli alpini sapevano che sarebbero seguite nuove generazioni di alpini come loro”.

Non c’è che dire, l’emozione descritta da Perona nel suo discorso rende in modo perfetto il clima delle due fresche ma splendide giornate trascorse al Pian delle Betulle, dove sono accorse oltre due migliaia di persone, per la maggior parte penne nere. La festa è iniziata sabato sera, con l’arrivo della fiaccola portata dagli alpini attraverso le creste della Valsassina: il gruppo, partito alle 7 del mattino dai piani di Artavaggio, è passato dal rifugio Grassi, è arrivato in cima al Pizzo Tre Signori ed è arrivato sul calar del buio alle Betulle, applaudito da una grande folla. A seguire, l’esibizione dei cori Stelutis, Adda e del Coro Grigna, che con il maestro Giuseppe Scaioli ha incantato e coinvolto gli spettatori nei più celebri e sentiti canti alpini.

Domenica mattina, alle 10.30, la sfilata e poi i saluti di Luca Ripamonti, presidente della sezione Ana di Lecco, che ha ringraziato tutti i presenti e soprattutto i membri della sua sezione che hanno garantito un’organizzazione impeccabile. Poi di Perona e di Matteo Spreafico, attuale comandante del 5° Alpini, presente con alcuni alpini sin dalla sera precedente. “E’ un onore essere qui – ha detto Spreafico – testimone dello spirito alpino che rimane forte e uguale nel tempo”.

A seguire, l’affollatissima Messa celebrata dal cardinale di Milano, Dionigi Tettamanzi, il pranzo sul prato a base di polenta taragna e grigliate, e un pomeriggio di sole e di festa accompagnato, nel cielo, dagli splendidi giochi in volo dei parapendii. Ecco tutte le foto dell’evento.

Sara Sottocornola

Foto di Paolo Sottocornola

[nggallery id=75]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close