Foto

Nano Share, il monitoraggio "estremo"

immagine generica

Una piccola, ma preziosa valigetta arancione contiene la più alta tecnologia in circolazione nel campo del monitoraggio climatico. Ecco le immagini di Nano Share, il sofisticato prototipo scientifico testato dalla squadra EvK2Cnr nelle scorse settimane in Nepal: misura ozono, anidride carbonica, particelle inquinanti, raggi cosmici ed è in grado di funzionare in ambienti estremi.  Le sue caratteristiche sono state presentato quest’oggi al convegno internazionale “Mountains, energy, water and food. The Share project:understanding the impacts of climate change”, in corso a Milano.

Nano Share è stato installato a fine aprile a Syangboche, un promontorio della valle incorniciato dalle vette di Everest, Lhotse e Amadablam, e poi spostato in Piramide, a 5000 metri. Entrambi i test sono risultati positivi e nel 2010, dopo alcuni perfezionamenti da apportare nei prossimi mesi, il box verrà trasportato agli 8000 metri di Colle Sud.

[nggallery id=111]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close