Curiosità

La leggenda della montagna addormentata

immagine

Se credete che il Gran Sasso e la Maiella siano semplicemente monti fatti di pura roccia e freddo ghiaccio, sappiate che è tutto un inganno. Ecco la loro magica storia, che affonda le sue radici nella lontana e misteriosa India…  

 

 

Si narra che in un lontano passato, sulle coste della dorata riviera abruzzese, approdò una giovane madre con il suo piccolo bambino; entrambi sfiniti e ammalati iniziarono a inoltrarsi verso l’entroterra, fino ad arrivare ai maestosi monti.
 
La giovane Maja era figlia di Dei e regina d’India, si era messa in viaggio per trovare quella serenità da qualche tempo negatagli.
 
Arrivati ai monti madre e figlio caddero in un sonno profondo, al risveglio Maja ebbe subito la terribile notizia: il giovane principe era morto.
 
Alla disperazione della regina parteciparono tutti gli animali della foresta, e persino il sole si ritirò in anticipo per lasciare più tempo ai prodigi della Notte. Nel frattempo la madre aveva avvolto il piccolo in fasce d’oro e si era coricata al suo fianco.
 
La Notte passò lentamente e serena, con quell’atmosfera di magico che ricopriva il paesaggio; tutti attendevano il grande miracolo che stava per verificarsi.
 
Alle prime ore dell’alba, tutti gli abitanti della montagna rimasero a bocca aperta nel vedere il piccolo principe trasformato in una maestosa montagna dalle sembianze di un grande uomo addormentato, e la dolce Maja appoggiata ai suoi piedi sempre sotto la forma di una grande roccia.
 
Ancora oggi la regina d’India e il suo piccolo principe riposano tranquilli tra le terre d’Abruzzo, e forse non tutti sanno che quei monti chiamati Gran Sasso e Maiella sono proprio loro.
 
Maria Rosa Dei Svaldi 
 
Leggenda tratta da Teramo, tra natura ed arte
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close