Alpinismo

Tour de Jorasses, un’altra via per Busca e Farina

immagine

AOSTA — Torna sotto i riflettori il Gruppo di alta montagna della Scuola Militare Alpina di Aosta, che ha aperto un’altra via sulla Punta Massimo (3.466 metri, nella foto a sinistra), nei pressi della Tour des Jorasses sul massiccio del Monte Bianco. Autori dell’impresa, Alex Busca e Marco Farina.

La via, battezzata "I-Nery", ha uno sviluppo di circa 430 metri e difficoltà 6b+. E’ stata aperta tra il 5 e il 6 settembre sul pilastro di granito che Busca e Farina avevano battezzato nel luglio scorso "Punta Massimo". Il nome era stato scelto in onore del fratello di Marco Farina, promettente
alpinista dell’esercito scomparso nel 2004 su una cascata di ghiaccio.
 
Quest’estate i due alpinisti avevano aperto due vie sullo stesso pilastro, che si trova a sinistra della Tour de Jorasses. Le due vie, entrambe di 350 metri, sono "Vecchio Jim", con difficoltà fino al 7a+, e "Horizon Vertical", con difficoltà fino al 6c.
 
Il neonato Gruppo di alta montagna della Scuola Militare Alpina di Aosta si dedica all’alpinismo in modo professionale per conto dell’esercito, con obiettivi di lustro e di aggiornamento. Le sue punte di diamante sono i valdostani Alex Busca e Marco Farina.
 
Busca, 38 anni, maresciallo del corpo degli alpini, è un alpinista di rilevanza internazionale ed è istruttore nazionale delle guide alpine, di alpinismo, sci e scialpinismo. Farina, solo diciannovenne vanta già una grande esperienza su roccia e ghiaccio ed è caporale dell’esercito e aspirante guida alpina.
 
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close