News

Terremoto in Pakistan. Nuovo bilancio: 53mila morti

17 ottobre 2005 – Sono almeno 53mila le vittime del disastroso terremoto dell’8 ottobre scorso in Pakistan. Lo ha detto oggi il capo del governo regionale del Kashmir. Sikandar Hayat Khan ha precisato che purtroppo questo bilancio potrebbe ancora aggravarsi.

 

terremoto"In tutta coscienza possa dire che i morti sono non meno di 40mila", ha detto riferendosi solo alla sua regione. "Ci sono delle città dove non è stato possibile ancora togliere tutte le macerie e si potrebbe arrivare a 70mila o 80mila morti".

 

Nei giorni scorsi il governo aveva reso noto che, oltre ai morti in Kashmir, ce n’erano altri 13mila nelle province del nord-ovest. Mentre sul versante indiano i decessi accertati sono oltre 1300.

 

"Solo per la ricostruzione ci vorranno dieci anni" hanno detto ieri le autorità pachistane. Intanto, quattro bambini fra due mesi e nove anni sono stati estratti vivi dalle macerie ad otto giorni dal terremoto. Lo ha rivelato la Cnn citando autorità locali. Il ministro degli interni pachistano, Aftab Ahmad Khan Sherpao, citato dall’emittente, ha detto che il ritrovamento è avvenuto nella zona di Balakot, l’area più colpita dal sisma.

 

Mentre una bambina poliomelitica di 11 anni è stata ritrovata viva tra le montagne a nord del Pakistan nel villaggio di Snaghar. I soccorritori erano stati avvisati dai suoi fratellini che fra l’latro sono riusciti a portare in salvo anche un’altra sorellina di 7 mesi. 

 

 Il problema numero uno, ora, diventa l’inverno che si sta avvicinando a grandi passi. I nostri inviati sul posto segnalano che le temperature in questi giorni sono scese in picchiata. Spesso i soccorsi sono stati interrotti dal maltempo e dalla neve che è scesa a quote piuttosto basse. Già a 2000 metri si è vicini allo zero termico e incombre il rischio di forti nevicate in tutto il nord del Pakistan.

 

Intanto, è rientrata quest’oggi a Fiumicino la salma di Alberto Bonanni, 46 anni, unico italiano morto nel terremoto in Pakistan. I suoi funerali si svolgeranno domani alle 15 presso il paese originario, Casarsa della Delizia, in provincia di Pordenone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close