Ambiente

Alluvione d’origine glaciale, allerta in Karakorum

immagine

KOROFON, Pakistan — Trentatre gradi a 3050 metri di altezza. Il clima eccezionalmente mite presente in questi giorni nelle valli del Karakorum ha provocato lo scioglimento dei ghiacciai, ingrossando torrenti e fiumi e provocando, in quota, alluvioni che scaricano fango e detriti. La valle del Karakorum si trova in queste ore in stato di allerta. Molti ponti stradali sono danneggiati dalla violenza del flusso dell’acqua che in alcuni punti si è innalzata di 2-3 metri.

A diffondere la notizia è stato Giampietro Verza, responsabile delle stazioni di acquisizione dati del Comitato Ev-K²-Cnr, attualmente a Korofon, ai piedi del ghiacciaio Biafo. “Avvicinandosi ad un torrente – ha raccontato Verza – si sente la fresca brezza dell’acqua, ma appena ricomincio a camminare sul sentiero vengo colpito da folate di aria tiepida! Qui registro la temperatura di 17 gradi centigradi. E’ una cosa veramente strana, nell’oasi di sosta si sono formati addirittura piccoli laghi. Non mi è mai capitato di assistere ad un fenomeno climatico così ambiguo in quota e nei pressi di un ghiacciaio”.
I ricercatori del Comitato Ev-K²-Cnr compareranno i dati raccolti ad Askole e Urdukas con le serie storiche disponibili, per confermare o meno l’eccezionalità di questo fenomeno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close