News

In Val di Susa un sentiero intitolato a Walter Bonatti

A Bardonecchia (TO), in Val di Susa, verrà inaugurato il prossimo sabato 26 marzo un nuovo sentiero intitolato a Walter Bonatti. Una iniziativa che rientra nelle celebrazioni dei primi 50 anni del CAI Bardonecchia. Per chi desideri partecipare alla inaugurazione, la partenza lungo il sentiero è fissata per le ore 10.00 di sabato presso la Piazza del mercato di Borgo Vecchio.

“Questa celebrazione vuole ricordare la figura di Bonatti, come cittadino onorario di Bardonecchia nel lontano 1955 – spiega la sezione – , dove ci ha trascorso il periodo successivo alla conquista del K2 e dove sicuramente ha potuto affinare le sue tecniche alpinistiche, aprendo poi in Valle Stretta la via denominata Via Bonatti e dove in seguito ci ha lavorato come maestro di sci. Si tratta di un semplice itinerario adatto a tutti, di una lunghezza di 6,5 km con 350 m di dislivello, facilmente raggiungibile dal parcheggio in Piazza della Fiera dietro alla Parrocchia di Bardonecchia (Fermata pullman Linea Stazione FS – Via San Giorgio). Lungo questo giro ad anello, troverete una ventina di tavole di legno, recuperate volutamente da un vecchio edificio, incise con una fresatrice elettrica e poi colorate a mano riportando le frasi più celebri di Walter Bonatti e il logo CAI 50°. La sua bravura oltre al suo grande interesse per la natura ci offriranno alcuni istanti di meditazione con l’intento di sviluppare una conoscenza più grande della montagna oltre che di sé stesso.”

Il percorso

La partenza del sentiero viene indicata presso il ponte sopra al torrente della Rho in direzione Poggio 3 Croci, sentiero 706 all’inizio, dove è posizionata la prima tavola. Si prosegue in leggera salita sulla carreggiata militare per 2 km, 30 min, fino a una bella tabella realizzata dalla Scuola Don Fontan dedicata all’acqua. Si prende il bivio a destra camminando lungo un sentiero all’inizio pianeggiante, in questo periodo leggermente innevato, poi nella seconda parte in discesa e per breve tempo un po’ ripido, per raggiungere un bel ponte caratteristico che permette di attraversare il torrente La Rho. Si riprende a salire fino ad un bivio al km 3,3 e si sceglie a sinistra la direzione Grange della Rho; dopo alcuni minuti, di nuovo a sinistra e in fondo al vallone al km 4 si prende a destra, per arrivare al km 4,4 alle Grange dove sono disponibili ben tre fontane. Davanti alla chiesa di Santa Margherita si scende sul sentiero in direzione di Bardonecchia, si attraversa la carrareccia e si raggiunge il bivio con la croce al km 5.

La sezione consiglia di proseguire sul sentiero dritto in discesa, opzione che consente di ricongiungere il punto di partenza, passando prima davanti all’albergo Europa e infine, al parcheggio.

Non solo trekking

Sempre sabato 26 marzo, è in programma un grande evento con l’arrivo di Reinhold Messner al palazzo delle Feste di Bardonecchia questa volta alle ore 16.30 per presentare il suo ultimo libro “Noi gente di montagna” e il film “Fratelli si diventa” su Bonatti e Messner, di Alessandro Filippini e Fredo Valla per ricordare la grande amicizia con Bonatti e il loro legame con la montagna in particolare il Nanga Parbat, grazie all’evento organizzato dal Valsusa Film Festival e il comune di Bardonecchia (prenotazione obbligatoria presso Ufficio del Turismo di Bardonecchia).

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close