AlpinismoPareti

Ayayema Wesqar, un viaggio attraverso la Cordillera de Riesco

Con buona probabilità si tratta dell’ultima realizzazione patagonica della stagione, quella messa a segno da Sebastian Pelletti, Hernán Rodriguez e Antar Machado tra il 21 e il 23 febbraio scorsi. In tre giorni hanno effettuato la traversata della Cordillera de Riesco nel gruppo di La Paz. Per tre giorni si sono mossi tra pareti e vette andando da ovest verso est.

Il primo giorno hanno raggiunto la vetta dell’Aguja Yeque, quindi sono scesi per andare a intercettare la via di salita alla cima più alta del gruppo, l’Aguja Oeste. Da qui giù in doppia fino a raggiungere la base della parete. Oltre li avrebbe attesi una lunga traversata su roccia brutta fino a raggiungere l’attacco dell’Aguja Central, dove hanno passato la notte. Durante le ore di buio un cambiamento della meteo ha portato abbondante pioggia. Impossibile proseguire, così hanno atteso e a mezzanotte del 23 febbraio le precipitazioni sono diminuite. Senza attendere oltre sono partiti, nonostante la fitta nebbia che fortunatamente si è andata diradando durante la salita. Alle prime luci del nuovo giorno erano finalmente in cima. Ancora una discesa e una difficile traversata, con tratti verticali, ha permesso ai tre scalatori di raggiungere la vetta dell’Aguja Este. Infine, dopo otto doppie, hanno finalmente concluso la loro traversata.

Un viaggio di mille metri su difficoltà fino a 5.11 battezzato “Ayayema Wesqar”, spirito delle montagne in lingua kaweskar.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close