• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Turismo

Caro sci, quanto mi costi…

immagine

MILANO — Stando ai risultati di una ricerca Nielsen commissionata da Assosport, gli sciatori, tra tutti gli appassionati di sport, sarebbero quelli che spendono di più per abbigliamento e accessori ad hoc, da sfoggiare alla prima discesa.

I numeri parlano di 249 euro pro-capite per tute, scarponi, sci, guanti etc. Ma la spesa dello sciatore non si ferma qui: si riapre il portafoglio (a soffietto) anche per gli skipass.

 

Vediamo allora quanto costa il giornaliero nelle capitali dello ski. Trenta euro a Santa Caterina di Valfurva. La patria della campionessa Deborah Compagnoni vanta dunque il titolo della località più economica. Da qui i prezzi cominciano a lievitare. 32 euro a Cervinia così come a La Thuile, in Valle d’Aosta. 33 nella stupenda Gressoney e a Livigno.

 

Ma la montagna-vip, si sa, è altrove. A Madonna di Campiglio, dove lo skipass giornaliero costa 35 euro. Come a Cortina. La regina tuttavia è Courmayeur. Lì si sfiorano quasi i 40 euro; 37 per la precisione. Le cose belle si pagano…

 

Elisa Lonini

 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.