AlpinismoAlta quota

Himalaya, al via la stagione autunnale sugli 8000

Ieri abbiamo dato qualche anticipazione sul prossimo inverno, in realtà più imminente è l’apertura della stagione alpinistica autunnale in Himalaya. Fino ad ora non ci sono progetti che regalano emozioni, essendo al momento confermate solo spedizioni commerciali sulle normali. Ma è ancora presto e magari tra qualche giorno saremo sopresi (o almeno lo speriamo).

Tra le mete più frequentate il Manaslu (8.163m) e la più bassa Ama Dablam (6.812 m). Sul Dhaulagiri potrebbe arrivare Carlos Soria, che torna alla montagna bianca dopo che il peggioramento della situazione dei contagi da Covid-19 in Nepal aveva interrotto la sua spedizione primaverile. L’82enne è alla caccia da oramai diversi anni (è il suo tentativo numero 12) del suo 13esimo 8000.

Al Kanchenjunga, terza montagna della Terra con i suoi 8586m, ci sarà la solida cordata formata da Carla Perez e Topo Mena. Al momento è il team più interessante non usando i due alpinisti ossigeno supplementare ed essendo soli. Si attendono maggiori dettagli.

La Cina continua invece a tenere chiuse le proprie montagne agli stranieri.

Regole anti-Covid

La cosa che accomunerà di certo la stagione primaverile con quella autunnale è la nebulosità del governo nepalese circa le regole anti-Covid. La situazione è migliorata in Nepal rispetto ai giorni drammatici di maggio, in cui i contagi stavano lasciando senza ossigeno Kathmandu e si erano diffusi anche ai campi base (nonostante il governo continuasse a negare la cosa).

Il governo locale del distretto del Khumbu per tranquillizzare alpinisti e trekkers informa che tutti i residenti della Valle sono stati vaccinati e pone come regola per entrare nella regione il possesso di un certificato vaccinale o di un tampone negativo fatto almeno 72 ore prima.

Per quanto riguarda invece il governo centrale del Nepal e l’accesso al Paese, i controlli sono lasciati alle compagnie aeree, che richiedono per viaggiare certificati vaccinali o test Covid negativi. Non c’è invece un chiaro protocollo di entrata del governo circa i documenti necessari e la quarantena (che in teoria dovrebbe essere prevista di 10 giorni in hotel).

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close