Outdoor

Scialpinismo: archiviata l’inchiesta sulla valanga dei Mondiali

immagine

CUNEO — Archiviazione, perchè nel fatto non ci sono elementi di reato. Si è chiusa così l’inchiesta penale per la valanga che aveva investito i mondiali di scialpinismo di Cuneo il 3 marzo scorso, provocando alcuni feriti lievi.  

La Procura di Mondovì ha archiviato il caso sostendo che sulla vicenda non sono stati trovati elementi di rilevanza penale.  L’evento, è stato giudicato dai magistrati "del tutto imprevedibile" . E non ha causato "conseguenze lesive significative ai concorrenti coinvolti, grazie anche all’immediato intervento del sistema di soccorso".
 
Il Comitato organizzatore, dunque, esce indenne dalla vicenda. "Con la definitiva cancellazione di qualsiasi elemento di colpevolezza dall’ambito dei fatti sottoposti alla valutazione dei magistrati – si legge in un comunicato – trovano esplicito e inequivoco riscontro la diligenza e l’efficienza con la quale è stata organizzata la manifestazione e la fiducia che il Comitato ha sempre avuto nell’operato della Magistratura".
 
"Il Comitato – prosegue il documento – desidera rinnovare a tutti i collaboratori e ai componenti del servizio di soccorso il proprio apprezzamento e un sentito ringraziamento per l’impegno profuso, nonché sottolineare la professionalità con la quale gli atleti, gli allenatori e tutte le Federazioni internazionali hanno affrontato il momento critico durante e dopo l’evento".
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close