News

In Sud Tirolo continua il sogno d’indipendenza

immagine

BOLZANO — Il 54,67 per cento dei sudtirolesi vorrebbe lasciare l’Italia. Lo sostiene la Suedtiroler Heimatbund, lega patriottica sudtirolese che si batte per il ritorno dell’Alto Adige all’Austria.

Secondo la ricerca effettuata, di questo 54,67 per cento, il 33,40 per cento lascerebbbe l’Italia per uno Stato indipendente. Mentre il 21,27 per cento sarebbe per l’unificazione con il Tirolo austriaco.
La Suedtiroler Heimatbund nacque per raccogliere gli ex detenuti a causa delle vicende terroristiche-irredentistiche altoatesine degli anni Sessanta.
 
L’Associazione ha lodato in particolare il senatore Cossiga per aver presentato un disegno di legge costituzionale che istituisse il diritto di autodeterminazione per i sudtirolesi.
"Ti invio il disegno di legge costituzionale per il riconoscimento del diritto di autodeterminazione al Land Sudtyrol-Provincia Autonoma di Bolzano da me presentato in Senato, con la certezza, che secondo la vostra antica tradizione di fedeltà alla Nazione germanica, nella specificità tedesca o austriaca, a vostra scelta, lo facciate proprio ed operiate perchè il governo e il Parlamento italiano riconoscano al popolo sud-tirolese quel diritto di autodeterminazione che voi e i vostri fratelli, anche sfidando la morte e il carcere avete sempre rivendicato, conservando nel vostro cuore l’antica fedeltà alla cultura, alla lingua e alle tradizioni della Nazione germanica".
 
Fu questa la lettera che Cossiga inviò a Elmar Pichler Rolle, Obmann della Svp ed a Luis Durnwalder, presidente del Landesregiernug-Giunta Provinciale del Land-Sudtirol.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close