Alta quota

Marco Confortola, “iniziata la caccia” alla vetta del Gasherbrum II

E’ ufficialmente iniziata la caccia”, così Marco Confortola annuncia l’inizio del tentativo di vetta sul Gasherbrum II. Con lui c’è il compagno di cordata Ali Durani, lo spagnolo Sergi Mingote e due alpinisti polacchi, al gruppo si è aggiunto anche Denis Urubko che però non proverà a raggiungere la cima essendo ancora in fase di acclimatamento per il suo obiettivo di aprire una nuova via sulla montagna.

Gli alpinisti sono attualmente a campo 2, 6400m, domani saliranno a campo 3, circa 7050 metri, per poi attaccare la vetta nella notte tra il 17 e il 18 luglio.

Per il “cacciatore di 8000” sarebbe l’11 ottomila salito.

Il tentativo sul Gasherbrum I

Lo scorso sabato 13 luglio, Marco Confortola con Ali Durani e Sergi Mingote avevano provato a lanciare un tentativo di vetta al Gasherbrum I. Il gruppo era arrivato a campo 2, 6500m, ma un improvviso cambiamento delle previsioni meteo per la giornata di vetta, il 15 luglio, aveva fatto desistere la cordata italo-pakistana che già domenica era rientrata al campo base.

Mingote aveva invece deciso di rimanere un’ulteriore notte al secondo campo. Ieri la decisione di scendere a causa di problemi di salute del suo portatore d’alta quota e del maltempo.

Il progetto fallito di Sergi Mingote

Non ce l’ha fatta lo spagnolo Sergi Mingote a completare il suo progetto di salire sei 8000 in un anno senza ossigeno supplementare. La corsa era iniziata esattamente un anno fa, il 16 luglio, sulla vetta del Broad Peak. Da allora Mingote è riuscito a toccare la cima del K2, Manaslu, Lhotse e Nanga Parbat.

L’obiettivo iniziale del suo “3X8000 Solidarity Project”, la salita delle 3 montagne più alte del Pianeta in 365 giorni, era già cambiato la scorsa primavera quando aveva rinunciato alla salita dell’Everest.

A posteriori, la decisione di cambiare i piani iniziali e di tentare il Nanga Parbat invece di dirigersi direttamente ai Gasherbrum si è rivelata poco lungimirante. Soprattuto non sono stati tenuti in considerazione i tempi lunghi di spostamento a piedi tra i due campi base, giorni che sarebbero potuti essere sfruttati per salire su GI e GII.

Tags

Articoli correlati

8 Commenti

  1. Non capisco il motivo di tanta ostilità verso Confortola. Se qualcuno sa spiegarmelo, magari uno degli autori dei confetti di cui sopra, ne sarei grato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close