Alpinismo

Denali, Karl Egloff firma il nuovo record di velocità

L’alpinista velocista Karl Egloff ha portato a casa un altro record di velocità, salendo in vetta al Denali (6.194 m) in Alaska, la montagna più alta del Nord America, in sole 7 ore e 40 minuti.

L’impresa, realizzata giovedì 20 giugno, ha battuto il precedente primato di Kilian Jornet, che era riuscito a completare la salita in 9 ore e 45 minuti.

In discesa però lo spagnolo resta il più veloce. Karl ha impiegato 4 ore e 4 minuti a piedi contro le 2 ore impiegate da Kilian sugli sci. Ma guardando alla somma dei tempi di ascesa e discesa, chi vince è proprio Egloff. Il suo tempo totale di 11 ore e 44 minuti batte infatti di un minuto quello del campione di skyrunning.

Karl è salito lungo la Via Normale sulla cresta Ovest, la “West Buttress”: 26,55 km e 4.060 metri di dislivello positivo. Si tratta del percorso più popolare tra gli alpinisti nella parte superiore del Denali, generalmente affrontato in una o due settimane, comprendendo anche i tempi di acclimatazione. Tra il C4 e la vetta normalmente le spedizioni impiegano sulle 9 ore.

Per l’ecuadoriano non si è trattato di una vittoria al primo colpo. Nel 2018 aveva già tentato l’impresa, forzato poi a interromperla per le pessime condizioni meteo.

Ancora una volta è salito da solo, come nelle precedenti tappe del suo progetto “Seven Summits Speed Record (2016-2020)”, che prevede di salire e scendere in velocità le montagne più alte dei 7 continenti. Resta però indiscutibile il ruolo essenziale di supporto dell’amico Nicolás Miranda, alpinista conterraneo e capo della sicurezza del progetto di Karl, incaricato di valutare il meteo e le condizioni del percorso.

A che punto è il progetto? Nella lista delle vette già completate troviamo il Monte Elbrus in Europa (5.642, salito nel 2017), il Kilimanjaro in Africa (5.895 m, 2014), l’Aconcagua in Sud America (6.960 m,  2015), cui va ora aggiunto il Denali.

Mancano dunque all’appello ancora 3 continenti: Oceania, Asia e Antartide. Quale sarà la prossima meta?

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close