• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Foto

Le Dolomiti innevate alle spalle di Venezia nei magici scatti di Marco Contessa

Venezia. Una meta turistica tra le più amate al mondo per il suo fascino di antica repubblica marinara, per i suoi canali solcati dalle gondole e i mille colori degli edifici, soprattutto delle case sull’isola di Burano, che secondo la leggenda venivano decorate con colori brillanti dalle famiglie per indicare la strada di ritorno ai marinai e pescatori.

Quasi ci si dimentica, passeggiando tra ponti e calli, che alle spalle della Serenissima vi sia una catena montuosa. Le Dolomiti sono sempre lì, come galleggianti sull’acqua del mare. Spesso celate dalla foschia. Ma quando il loro profilo appare all’orizzonte, qualcosa di magico accade e sta ai fotografi avere la capacità di catturare quegli istanti per far emozionare il mondo.

È il caso di Marco Contessa, classe 1963, residente al Lido di Venezia dal 1969 e appassionato di fotografia. È lui l’artefice di una serie di scatti che al termine dell’ondata di maltempo dello scorso weekend hanno fatto il giro del web, a partire dalla pagina Facebook “Venezia per sempre”, che gestisce assieme ai soci fondatori.

Immagini in cui Venezia appare in tutta la bellezza in primo piano. Alle sue spalle le montagne innevate viste dalla Laguna. Un panorama senza paragoni reso possibile dal fenomeno del cosiddetto “stravedamento”, termine viene utilizzato dai pescatori per indicare quando l’orizzonte è visibile in maniera estremamente nitida al punto da lasciar vedere le vette che, in realtà, non sono poi così vicine. Centinaia di chilometri di distanza che si perdono in questi scatti eccezionali.

Bel fotomontaggio”, scrive qualcuno.

Nessun artifizio, siamo soltanto di fronte ad una abile mano in grado di catturare una delle tante magie della città del Carnevale.

Articolo precedenteArticolo successivo

3 Comments

  1. Se ci fosse linea ferroviaria veloce, da Venezia al sogno che si vede all’orizzonte ci si impiegherebbe poco.Le cronache dicono che si sta elettrificando..con calma.Frulla anche l’idea di ristabilire trasporto aereo o in elicottero dall’aereoporto di Venezia.L’autostrada si interrompre prima di Longarone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.