News

L’UNDP visita il K2 Museum di Skardu e loda l’attività di EvK2CNR

Una delegazione dello United Nations Development Programme ha visitato nei giorni scorsi il K2 Museum di Skardu (Pakistan). A guidare il gruppo Neil Buhne, UN Resident Coordinator / Humanitarian Coordinator; con lui Aman Ullah Khan (Asstt. Country Director), Abduvakkos Abdurahmanov (Technical Specialist), Muhammad Suhail (Programme Officer), Sahibzada Irfanullah Khan (National Project Manager), Shuja Hakim (Communication Unit) e Ahteram Ahmad (Security Department).

Ad accoglierli due rappresentanti dell’associazione EvK2CNR: Riaz Ul Hassan (Evk2cnr representative officer) e Arif Hussain Arif (Technical Representative). Ha partecipato all’incontro anche Guido Bilancini, Vice Capo della Missione presso l’Ambasciata d’Italia in Pakistan.

I membri del gruppo dell’UNDP sono stati accolti per una visita al museo, dove è stato fatto loro un piccolo briefing sulla sua storia. Quindi i rappresentanti di EvK2CNR hanno provveduto a illustrare una panoramica dell’operato dell’associazione sull’area del Gilgit-Baltistan, con i numerosi progetti portati avanti riguardo all’ambiente, ad uno sviluppo sostenibile e all’alpinismo in Karakorum.

Il capo della delegazione Buhne ha particolarmente apprezzato la passione del presidente dell’associazione Agostino Da Polenza per la montagna. Tutti i presenti sono poi rimasti colpiti dai progetti attuali e hanno lodato l’operato di EvK2CNR e del Governo italiano, con particolare apprezzamento per lo sforzo protratto negli ultimi dieci anni in concomitanza con gli organi locali, tra cui soprattutto il Central Karakoram National Park.

All’evento hanno partecipato anche membri delle associazioni con cui EvK2CNR ha collaborato, tra cui il Dr. Zakir Hussain (Conservator Forest Baltistan region), Abid Ali (Director CKNP) e Muhammad Akram (Wildlife Management Officer). A esprimere il suo apprezzamento per l’opera italiana anche Hamza Salik, sovrintendente della regione del Baltisan.

Neil Buhne ha infine tenuto a sottolineare l’importanza dell’aiuto fornito dall’associazione italiana alla nascita del progetto di UNDP e che la partnership proseguirà per tutti i progetti futuri.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close