• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Outdoor, Primo Piano

Free Solo e Base Jump dalle Tre Cime di Lavaredo, l’adrenalinica scommessa di Marco Milanese

alpinismo, base jump, Tre Cime di Lavaredo© Marco Milanese

Lo scorso giovedì il friulano Marco Milanese ha realizzato uno dei suoi progetti in quota, questa volta il suo obiettivo sono state le Tre Cime di Lavaredo, affrontate in un modo del tutto personale: free solo a vista delle tre pareti e base jump da ognuna delle vette.

La prima salita della giornata è stata quella della Cima Piccola (2.857 m), realizzata percorrendo la via normale. Dalla vetta, ha quindi proceduto al primo salto con il paracadute. Proseguendo con ordine, Milanese si è diretto verso la Cima Ovest (2.973 m), che non ha però scalato per intero. A circa metà dello Spigolo Demuth, la guida alpina ha effettuato il suo secondo salto, utilizzando anche questa volta il paracadute. Diverso trattamento è stato riservato alla Cima Grande (2.999 m). Dopo essere arrivato in vetta seguendo la via Dibona, Marco ha effettuato uno spettacolare lancio con la tuta alare, per coronare la giornata e planare nuovamente ai piedi delle tre storiche vette.

L’intera impresa ha richiesto meno di 6 ore, in cui il friulano, in completa autonomia, ha compiuto oltre 1350 metri di scalata in free solo. L’emozione di Marco sulla sua pagina Facebook parla da sola: “Questo è più di un sogno realizzato. Questo è un ideale di purezza, ho scalato e saltato una triade estetica perfetta. Questo è il miglior modo in cui posso immaginare il mio stile di alpinismo”. E ancoraOggi è stato un gran gran gran giorno”.

Lo stesso Milanese aveva realizzato un’impresa simile nel 2016, senza però scalare tutte e tre le cime. “In montagna ho sempre creduto nella creatività come modo di rinnovarsi e di scoprire – aveva detto allora, descrivendo perfettamente il suo approccio alla disciplina – Questo però a volte comporta l’uscita dagli schemi, sopratutto quelli dell’alpinismo classico, un mondo dove ormai la parola alpinismo ha un suono cosi ” vecchio”. Ebbene credo che la parola “alpinismo” sia un po’ come la sua stessa attività, ovvero una continua evoluzione.”

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Ci sara’ ancora qualcuno che scende ripercorrendo la stessa via che ha salito, dis-arrampicando ?Sul web sivedono parecchie lezioni di arrampicata verso l’alto, trovata solo una di discesa sugli appigli..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.