• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Cremato a Kathmandu, tornano in Italia le spoglie di Simone La Terra

Simone La Terra, Dhaulagiri, cronaca

Dopo la cerimonia di cremazione avvenuta domenica 6 maggio a Khatmandu, rientrano oggi in Italia le ceneri dell’alpinista castiglionese.

La tragica scomparsa del noto alpinista italiano Simone La Terra, 36 anni, è avvenuta il 29 aprile, a causa di un incidente sul Dhaulagiri. Oggi rientrano in Italia le ceneri dell’alpinista, portate da Fausto De Stefani. Il noto scalatore, amico di La Terra, è stato presente al funerale svoltosi a Khatmandu in presenza del personale del consolato italiano, e si è offerto di restituirle alla famiglia.

Ad attenderlo la moglie, Paola, che porterà le ceneri a Desenzano per l’ultimo omaggio a Della Terra. La camera mortuaria rimarrà aperta mercoledì e giovedì per tutti coloro che volessero portare il loro ultimo saluto all’alpinista.

Infine, le spoglie verranno spostate fino alla biblioteca comunale di Pozzolengo, paese di residenza, dove venerdì 11 alle ore 16 verrà celebrata un’ulteriore cerimonia di addio per tutti gli amici e i parenti lasciati in Italia.

L’alpinista aveva già conquistato 5 dei 14 ottomila della Terra, a partire dal 2006 aveva raggiunto le vette dello Shisha Pangma, del Broad Peak, del Gasherbrum II, del Cho Oyu e del Manaslu. Un tentativo al Dhaulagiri era stato abbandonato nel 2013, a causa delle avverse condizioni.

A seguito della tragedia i compagni di spedizione hanno annunciato il ritiro dall’impresa, lasceranno nei prossimi giorni il Dhaulagiri per onorare la memoria dell’amico scomparso.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.