Ambiente

WWF, Oasi aperte per i primi 40 anni

immagine

ROMA — Valli alpine, laghi, boschi e coste strapiombanti sul mare. Lontre, caprioli, lupi e fenicotteri. Dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, domenica 30 Aprile verranno aperte gratuitamente al pubblico le 130 Oasi del WWF e 40 delle più belle riserve naturali gestite dal Corpo Forestale dello Stato. Chiunque potrà entrare direttamente in contatto con la natura e capire quanto è preziosa la biodiversità nel nostro paese.

Come ogni anno, il WWF festeggia l’arrivo della primavera offrendo a tutti la possibilità di passare del tempo a contatto con la natura. E apre gratuitamente i cancelli delle sue aree protette per un giorno.
 
Così, domenica prossima, cinquecento volontari del WWF accompagneranno i visitatori a scoprire una piccola arca di Noè, che contiene flora, fauna e paesaggi rappresentativi dell’Italia intera. Si va dai pascoli alpini alle aree umide, dalle grotte alle cascate, dai boschi di altura alla macchia mediterranea.
 
Sorprese e iniziative speciali sono riservate a tutti coloro che parteciperanno all’evento. Escursioni, giochi, spettacoli, mercatini e visite guidate.
 
Complessivamente, le Oasi coprono un’area di circa 33 mila ettari costituendo una parte importante del 10% di territorio italiano posto sotto tutela e proteggono circa cento specie di animali e piante rare che in Italia sono minacciate di estinzione. Create anche grazie all’aiuto dei soci WWF, che in Italia sono oltre trecentomila, contano ogni anno oltre 500 mila presenze.
 
Quest’anno, in occasione del quarantesimo anniversario della fondazione del WWF, parteciperà all’iniziativa anche il Corpo Forestale dello Stato. Sarà possibile accedere a 40 delle più belle riserve naturali gestite dal CFS e scoprire dei veri paradisi di biodiversità sotto la guida sapiente delle guardie forestali. L’evento ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.
 
Nelle foto, una veduta dell’Oasi in Val Trigona, Trento.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close