Alpinismo

Ragni protagonisti a Lecco e nel mondo

immagine

LECCO — C’erano decine di appassionati e una distesa di maglioni rossi venerdì sera a Lecco, per la "Serata in maglione rosso" dedicata ai Ragni e alle loro imprese, che nel 2009 hanno spaziato dalla Groenlandia alla Patagonia, dalla scienza all’alpinismo. Ospiti d’onore, gli Scoiattoli di Cortina con uno spezzone del loro brillante spettacolo "Cortina in Croda". Ecco il videoservizio di Montagna.tv.

Racconti emozionanti di prime salite, traversate glaciali, ripetizioni ad alta difficoltà. Interventi di nomi come Daniele Bernasconi, Matteo Dalla Bordella,, Fabio Palma a Simone Pedeferri. Immagini spettacolari e proposte di cime inviolate ancora da salire scovate dalla rivista Stile Alpino. Ma anche impegno per la città, ad esempio nel progetto di monitroaggio frane sul Monte San Martino attivato in collaborazione con il polo lecchese del Politecnico di Milano.  

I Ragni di Lecco, da sempre protagonisti dell’alpinismo mondiale, vogliono tornare a coinvolgere la loro città, anche in un momento in cui l’alpinismo attraversa momenti difficili per le numerose recenti tragedie e per la fatica con cui nascono nuove leve nella zona. Con la "Serata in Maglione Rosso", appuntamento annuale alla sua seconda edizione, stanno lanciando un messaggio forte. E di successo.

"Gruppi come quello dei Ragni e degli Scoiattoli – ha detto Mario Lacedelli, ospite d’onore da Cortina – svolgono un ruolo molto importante. Quello di trasmettere ai giovani l’amore per la montagna, il rispetto per la tradizione, che vanno oltre la mera performance sportiva".

Ecco il videoservizio di Montagna.tv, con interviste al presidente Alberto Pirovano e a Lacedelli. Da Cortina, sono scesi anche  Renato Sottsass e Stefano Dimai "Cash", presidente degli Scoiattoli. Spettacolare il loro intervento, coordinato da Andrea Gris, direttore artistico di "Cortina inCroda", creato per il 70esimo anniversario di fondazione del gruppo, in occasione del quale è stato realizzato anche l’attesissimo film "Rosso 70".

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close