Alpinismo

Pakistan, saldi del 50% sui permessi

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — E’ tempo di saldi sulle grandi montagne pakistane. A causa della diminuzione del numero di spedizioni negli ultimi anni, il ministero del turismo Pakistano ha deciso di tagliare i costi dei permessi per il prossimo anno. Il listino è stato ufficializzato nei giorni scorsi.

Scalare il K2, l’anno prossimo, costerà 6.000 dollari invece di 12.000. Sono misure drastiche quelle adottate dal ministero del turismo in Pakistan, che soffre per il crollo del numero delle spedizioni dovuto in parte alla tensione politica nel paese e in parte alla crisi economica. Così, ha deciso di prendere provvedimenti e scontare i permessi di scalata per incentivare l’alpinismo.

I permessi per gli altri ottomila pakistani – Gasherbrum I (8.068 metri), Broad Peak (8.047 metri), Gasherbrum II (8.025 metri) e Nanga Parbat (8.125 metri) – costeranno 4.750 dollari per ogni team di 7 persone. E non è finita.

Il permesso per scalare le montagne sotto i 6.500 metri, nel 2010, sarà completamente gratuito. Per quelle che si trovano nella zona di Chitral, Gilgit e Ghizer – fatta eccezione per lo Spantik e il Golden Peak – si pagherà soltanto il 10 per cento del costo ufficiale, mentre d’inverno tutti i permessi saranno concessi al 5 per cento del loro valore.

In calce, la tabella con le tariffe diffuse dal Ministero del Turismo Pakistano, già scontate del 50 per cento rispetto allo scorso anno.

Sara Sottocornola

Montagne Team di 7 alpinisti Membri aggiuntivi
K2 (8.611 m) 6000 USD 1000 USD
8.001 – 8.500 m 4.500 USD 750 USD
7.501 – 8.000 m 2.000 USD 250 USD
7.001 – 7.500 m 1.250 USD 150 USD
6.501 – 7.000 m 750 USD 100 USD

Note: USD  = United States Dollars

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close