Outdoor

Replicano tracciati olimpici per allenarsi

immagine

STOCCOLMA, Svezia — Stanno provando i tracciati olimpici centimetro per centimetro, grazie ad una simulazione virtuale di tutta la pista di Whistler Mountain. E’ con skiroll, tapis-roulant e video che gli atleti delle nazionali austriache e svedesi di fondo e biathlon si stanno allenando in vista di Vancouver 2010.

A Whistler Mountain, vogliono "giocare in casa". Conoscere ogni curva del percorso, sapere dove tenere le forze e dove spenderle al massimo, per vincere d’astuzia, oltre che di abilità, sugli avversari. E’ la strategia di svedesi e austriaci, hanno ricostrito in palestra i percorsi di gara olimpici per farvi allenare i propri atleti.

La tecnologia ha permesso infatti di riprodurre il tracciato olimpico in questo modo: il video della pista, ripreso in soggettiva, viene proiettato davanti all’atleta che si allena con gli skiroll su un tapis roulant che simula salite e discese con diverse velocità.

La notizia di questi singolari allenamenti è riportata in questi giorni su diversi blog e portali. Ad iniziare, sembra siano stati gli atleti di biathlon austriaci, seguiti dai fondisti svedesi. "Siamo entusiasti di quest’iniziativa – ha detto lo svedese Emil Jönsson -. Arriveremo in gara e sapremo esattamente cosa ci troveremo di fronte".

Jönsson, fidanzato con la fondista connazionale Anna Haag, pare sia il più assiduo frequentatore delle "piste su misura". Classe 1985, due vittorie di coppa del mondo nel curriculum, entrambe ottenute in Canada, spera di sfondare a Vancouver vincendo qualche medaglia.
 

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close