Alpinismo

Spagna, via di 9a su big wall per i Pou

immagine

CABRALES, Spagna — Cinquecento metri di via, con difficoltà tra l’8c+ e il 9a. Con "Orbayu", la nuova via aperta sulla parete ovest del Naranjo de Bulnes, i fratelli Eneko e Iker Pou hanno portato le difficoltà dell’arrampicata sportiva su big wall. Una salita che alcuni definiscono la più difficile via "multipitch" sulle grandi pareti del mondo.

Il Naranjo de Bulnes, 2.518 metri, si trova nel cuore dei Picos de Europa, nel Nord della Spagna. Ospita una delle big wall più affascinanti e vertiginose del mondo e i fratelli Pou, che già l’avevano salita durante il loro celebre "giro del mondo sulle big wall", ora lo hanno scelto per compiere quello che definiscono il progetto più importante della loro carriera, almeno sino ad oggi.

I due fratelli baschi, Eneko classe 1974, e Iker classe 1977, noti climber e sciatori estremi, hanno aperto la via in otto ore. Un’impresa certamente di livello, considerato che il grado proposto è di 8c+/9a: difficoltà che di solito caratterizzano le salite monotiro dell’arrampicata sportiva.

"Questa è la vera importanza della via – ha detto Iker Pou – perchè significa scalare tiri di estrema difficoltà a 200 metri da terra. Dove le protezioni sono precarie e le cadute possono arrivare a 25 metri".

"Per noi, comunque, è stato ancora più importante riuscire a creare la via – aggiunge Eneko Pou -. Dieci anni fa facevamo solo ripetizioni e non riuscivamo nemmeno a immaginare future linee di salita. Come per un pittore fare una copia oppure creare l’originale".

A fare la differenza, con ogni probabilità, c’è l’esperienza accumulata durante la lunga avventura "Seven walls, seven continents" sulle big wall del mondo, che i Pou hanno iniziato nel 2003 e concluso nel 2008. Nell’arco dei cinque anni, i due alpinisti hanno salito in libera le più remote, difficili ed emblematiche big wall di ogni continente: dopo quelle ripetizioni, tra l’altro premiate con Hazana Deportiva International Award, è venuta l’ora di aprire una via una tutta loro, sempre su big wall.

"Orbayu è la pioggerella tipica delle Asturie – hanno detto i fratelli Pou -. Un luogo che noi consideriamo come la nostra seconda casa perchè vi abbiamo arrampicato per anni. Il Naranjo è una vera mecca dell’arrampicata e speriamo che questa via contribuisca a far conoscere al mondo una big wall che, a nostro parere, non ha niente a invidiare alle più celebri pareti della Patagonia o degli Usa".

Guarda la gallery della scalata

Sara Sottocornola

Related links:
Pou: il video del giro del mondo sulle big wall
Premiato il giro del mondo dei fratelli Pou

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close