Scienza e tecnologia

Centro medicina d'emergenza a Bolzano

immagine

BOLZANO — Il prossimo ottobre aprirà a Bolzano un centro di studi di medicina d’emergenza in montagna. Lo ha approvato ieri la Giunta provinciale, stabilendo un versamento di 300mila euro annui per finanziare l’Istituto. Per il presidente Durnwalder, si tratta di un’importante iniziativa ai fini di fare del termine "montagna" il marchio della terra altoatesina.

La decisione è stata presa durante la seduta della Giuta provinciale di ieri, 31 agosto. Il capoluogo altoatesino infatti, ha approvato il progetto presentato dal professore Hermann Brugger, presidente della commissione internazionale di medicina d’urgenza in montagna, a cui è stata affidata la guida del nuovo Istituto.

Il centro diventerà operativo dal primo di ottobre, e nascerà all’interno dell’Eurac, l’Accademia di Ricerca Europea di Bolzano. Si occuperà a livello scientifico sia delle fasi del recupero, e sia di quelle della cura delle vittime di incidenti in montagna.

Per dare il via definitivo ai lavori manca solo la convenzione fra Eurac e Azienda sanitaria. Secondo gli accordi, la Provincia verserà al centro di medicina d’emergenza 300mila euro all’anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close