Cronaca

Incidenti mortali su Bianco e Cervino

immagine

AOSTA — Domenica nera sulle montagne della Val d’Aosta. Una guida alpina francese è morta ieri mattina sul versante italiano del Cervino, mentre scendeva con un cliente lungo la via normale. Un altro alpinista, pare di nazionalità tedesca, ha invece perso la vita sull’Aiguille Noire di Peuterey, nel massiccio del monte Bianco.

Entrambi gli incidenti si sono verificati ieri mattina. Il primo è capitato intorno alle 9.30 a una giovane guida alpina francese di Annecy. Era salito in vetta al Cervino con un cliente e si trovava in fase di discesa dal versante italiano. L’alpinista è caduto nei pressi del Col Félicité, a 4.200 metri di quota.
 
Quando gli uomini del Soccorso Alpino valdostano sono arrivati sul posto lo hanno trovato privo di vita, ancora legato al cliente, rimasto sotto choc ma illeso. Secondo le prime ricostruzioni, la guida aveva appena finito di ancorare il compagno e lo stava calando in corda doppia, quando è precipitata.
 
La salma dell’alpinista è stata ricomposta nella camera mortuaria del cimitero di Aosta, in attesa del nullaosta del magistrato per il rimpatrio.
 
Il secondo incidente è avvenuto invece intorno alle 11.30 di domenica mattina nel massiccio del Monte Bianco, sull’Aiguille Noire di Peuterey. La vittima sarebbe un alpinista tedesco, di cui non sono state rese note le generalità. L’uomo si trovava sulla via normale insieme a un compagno: i due procedevano slegati, quando il tedesco è scivolato precipitando per circa 150 metri e cadendo in un crepaccio.
 
Immediatamente l’amico ha dato l’allarme, ma gli uomini del soccorso alpino valdostano non hanno potuto far altro che recuperare la salma. Le indagini sulla dinamica dell’incidente sono ora in mano alla Guardia di Finanza di Entreves.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close