News

Salvato da crepaccio: accuse agli sciatori

immagine

CHAMONIX, Francia — "Trovate quegli sciatori che ci sono passati accanto senza nemmeno fermarsi a chiedere se avevamo bisogno d’aiuto. Non meritano di poter andare in montagna". Questa l’accusa di uno sciatore francese sopravvissuto ad una terribile caduta in un crepaccio del ghiacciaio di Gébroulaz avvenuta la settimana scorsa.

Lo sciatore, un 52enne della Savoia, è precipitato per 40 metri nella crepacciata della parte bassa del ghiacciaio mentre scendeva con un amico, che per fortuna ha allertato immediatamente i soccorsi. L’operazione non è stata per nulla semplice, anche perchè l’uomo aveva riportato diverse ferite, ma i soccorritori, dopo un’ora e mezza di lavoro, sono riusciti a tirarlo fuori dal crepaccio e a trasportarlo in ospedale.
 
Ora, lo sciatore si sta riprendendo e nei giorni scorsi ha voluto parlare al pubblico per ammettere i suoi errori ma anche, e soprattutto, accusare un gruppo di scialpinisti di omissione di soccorso.
 
"Sono stato a tanto così dalla morte – ha detto lo sciatore -. So che abbiamo sbagliato a non legarci in quella zona, poi ha giocato anche la sfortuna. Ma lassù c’erano diversi sciatori. Sono passati vicino al luogo dell’incidente, non si sono nemmeno fermati per offrire aiuto. Non meritano nulla, in montagna non ci si comporta così".
 
 
Sara Sottocornola
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close