News

Scialpinista muore in un crepaccio

immagine

ENGELBERG, Svizzera — Nuova tragedia fra gli appassionati dello scialpinismo. Dopo la morte di un cinquantenne altoatesino in val Ridanna, ieriè stata la volta di un 40enne caduto in un crepaccio nel cantone elvetico dell’Obwaldo.
 

Secondo quanto riporta la stampa locale, la vittima è di nazionalità scandinava. Insieme ad altri due connazionali si era avventurato in un’escursione sul ghiacciaio del Titlis.

Stando alla ricostruzione della polizia cantonale, l’uomo stava seguendo una traccia già battuta dai suoi compagni quando, verso la cima del ghiacciaio, un ponte di neve ha ceduto e lo sciatore è precipitato nel vuoto.

Inutili i tentativi di soccorso, peraltro ostacolati da avverse condizioni meteorologiche. L’uomo è stato trovato morto in fondo al crepaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close