Alpinismo

La Pasaban procede verso il Kangche

immagine

KATHMANDU, Nepal — Cessato allarme ai piedi del Kangchenjunga. L’alpinista spagnola Edurne Pasaban, a caccia del 12esimo ottomila, ha confermato la sua destinazione dopo aver appreso che gli scioperi che hanno messo i bastoni fra le ruote alla spedizione italiana di Nives Meroi sono terminati.

Secondo quanto riferito da Explorersweb, i disordini sarebbero stati provocati dai Limbus, una minoranza etnica che abita nel Nepal orientale. Durante una delle loro manifestazioni, vicino al villaggio di Taplejung, sarebbe stato bloccato il camion che trasportava i materiali della Meroi. Un disguido che ha indotto l’alpinista italiana a virare immediatamente all’Annapurna, per non perdere giorni preziosi di scalata.

La notizia di questo cambio destinazione ha messo in allarme la spedizione di Edurne Pasaban, che dovrebbe partire tra pochi giorni sempre per il Kangchenjunga. Una verifica della loro agenzia di trekking, però, ha confermato che ora i disordini sono risolti e che la spedizione può procedere tranquillamente con il programma originale.

Tra pochi giorni, quindi, il gruppo partirà per il Nepal come previsto. L’unica variazione sarà all’interno del team: l’alpinista e medico Jorge Egocheaga è entrato in squadra al posto di Mikel Zabalza che ha deciso di unirsi al team di Alberto Iñurrategi impegnato sul pilastro ovest del Makalu.
 

 Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close