Cronaca

Escursionisti salvati sulla Presolana

immagine

BERGAMO — Per ore si è temuto davvero il peggio. Poi invece, all’una di notte, i soccorritori li hanno trovati impauriti ed infreddoliti, ma vivi, nei pressi della vetta della Presolana, in Val Seriana.

Sono state ore da incubo quelle vissute da due escursionisti di Cremona e Como che ieri si sono avventurati sulle Prealpi orobie. Partiti alla mattina di buon ora per raggiungere la vetta della Presolana, i due sono arrivati in cima alla montagna alle 17.20 per poi ridiscendere a valle.
 
Ma nel corso della discesa hanno completamente perso l’orientamento. Complice l’arrivo dell’oscurità e di nuvole basse, i due hanno smarrito il sentiero e hanno deciso di fermarsi poco sotto la vetta, sfidando le temperature in picchiata dell’arrivo della sera. Da lì hanno chiamato i soccorsi attraverso un cellulare. Subito si è mobilitato il soccorso alpino che, nonostante il buio, è riuscito ad individuare i malcapitati in piena notte e a riportarli a valle.  
 
Ma nel corso della discesa hanno completamente perso l’orientamento. Complice l’arrivo dell’oscurità e di nuvole basse, i due hanno smarrito il sentiero e hanno deciso di fermarsi poco sotto la vetta, sfidando le temperature in picchiata con l’arrivo della sera. Da lì hanno chiamto i soccorsi. Subito si è mobilitato il soccorso alpino che, nonostante il buio, è riuscito ad individuare i malcapitati in piena notte e a riportarli a valle.
 
Le loro condizioni di salute sono risultate piuttosto buone, nonostante il freddo. I due sono stati rifocillati e hanno deciso di tornarse a casa con mezzi propri.
 
Intanto, proprio durante questo fine settimanta, sono state inaugurate otto nuove colonnine Sos installate dalla Provincia sulle montagne bergamasche. Si trovano sulla Presolana, al Passo del Branchino, al Barbellino, al Passo del Publino, al Pizzo Tre Signori, a Valsecca, al Pizzo Coca e al Redorta.
 
Si tratta di strutture gialle e rosse che hanno all’interno un telefonino satellitare con un tasto. Premendolo per 5 secondi scatta il collegamento con la sala operativa del 118 e il Soccorso alpino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close