Cronaca

Tragedia sul Bianco: alpinista assiderato

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — Nuova tragedia sulle pendici del Monte Bianco, causata dalla tormenta che imperversava sulla montagna nei giorni scorsi. Vittima, un giovane alpinista scozzese di 31 anni, morto assiderato dopo aver passato una notte all’addiaccio in una truna a quattromila metri. Miracolosamente salvo il suo compagno di cordata, che è riuscito a riprendere la discesa e ad incontrare i soccorritori.

La notizia dell’incidente, che sarebbe accaduto tra mercoledì e giovedì scorso, è comparsa soltanto oggi sulla stampa britannica. A riportarla è il noto quotidiano inglese Herald Tribune, che fornisce numerosi dettagli sulla vicenda.

I due alpinisti coinvolti nel tragico incidente sono Simon Triger, ricercatore di ingegneria della Glasgow University, e Iain Mount, anch’egli scozzese. Entrambi, secondo quanto riferito dagli amici, esperti alpinisti. Approfittando di qualche giorno di ferie, i due giovani sono partiti per l’Italia con l’intenzione di salire in cima al Monte Bianco.

Secondo quanto riferito dall’Herald, i due avrebbero pernottato al rifugio Gonella, da dove sono partiti prima dell’alba, per portare a termine la salita. Il tempo, però, non era dei migliori. I due ragazzi sono stati sorpresi da una densa nebbia e da forti venti, che hanno fatto perdere loro l’orientamento.

Prontamente, hanno chiamato il soccorso alpino di Chamonix con il loro cellulare, avvertendo che si sarebbero rifugiati in una truna vicino al Dome du Gouter, su territorio francese. Un elicottero si è subito alzato in volo per cercarli e dopo poco li ha individuati a circa 4200 metri.

A causa della bufera, però, il velivolo non ha potuto atterrare, e ha dovuto rientrare alla base.
La mattina successiva, durante un altro sorvolo dell’elicottero, i soccorritori hanno visto uno dei due alpinisti muoversi in discesa. Era Mount, infreddolito ma illeso, che poi è riuscito a incontrare l’altra squadra di soccorso che era partita a piedi per cercare i due alpinisti.

Purtroppo, non c’è stato niente da fare per l’altro alpinista, Triger: è stato trovato senza vita nella truna circa sei ore più tardi. Secondo quanto riferito dall’Herald, sarebbe morto assiderato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close