News

Il Kirghyzstan fra montagne e medicina

immagine
BISHKEK, Kirghyzstan — Ho realizzato questa interessante esperienza in Asia Centrale nel luglio 2006 in compagnia di quattro amici, tra i quali Simone Giacomelli, che da anni trascorre diversi mesi all’anno in questa terra d’Asia.

Il Kyrghyzstan é una terra povera, con scarse materie prime, eccetto alcune miniere d’oro, dotata comunque di notevoli bellezze naturali ed abitata da un popolo molto ospitale.
 
Dopo una breve sosta a Bishkek, la capitale, ci siamo trasferiti nella valle di Chon Kemin, a tre ore di viaggio in auto. Siamo stati ospiti di una famiglia di pastori nomadi, che ci hanno ospitato nella loro yurta, la tenda usata in montagna da tali popolazioni.
 
Il campo era situato a circa 3000 metri di quota e la vallata, lunga più di 100 chilometri, si trova al confine con il Kazakhstan. E’ stata una bellissima esperienza, lontana dalla vita quotidiana occidentale. Praticando escursioni a cavallo o a piedi a quasi 4000 metri di quota.
 
Zone immense e poco popolate queste remote terre d’ Asia, tra le montagne della catena del Tien Shan Occidentale, con vette glaciali di oltre 5000 metri.
 
Più a est si trovano le cime del Kantengri e del Popeda. Sono notevoli la flora e la fauna di queste regioni, dove vivono una miriade di animali fra cui lo stambecco, la capra di Marco Polo, il capriolo, il cervo, la marmotta, l’orso  e l’avvoltoio degli agnelli. Mentre nel periodo delle fioriture i pascoli sono costellati da un’infinita di fiori colorati. Ben 22 gli ecosistemi evidenziati, a partire dal semideserto fino alla foresta di conifere.
Dopo l’ esperienza in montagna, ho incontrato Almaz A. Aldashev, autorevole membro dell’Accademia delle Scienze della Repubblica del Kyrghyzstan, insigne cardiologo e ricercatore nel campo della medicina di montagna.
 
Sono andato a trovarlo nella clinica cardiologica di Bishkek dove esercita la sua professione. Aldashev ha recentemente organizzato un Convegno di medicina di montagna (giugno 2006 ) sul lago Issykul e, probabilmente, organizzerà il Congresso internazionale di medicina di montagna nel 2010.
 
Aldashev ha effettuato numerosi studi sulle popolazioni che vivono nei due principali sistemi montuosi del Kyrghyzstan, il Tien Shan e il Pamir, ad oltre 3000 metri di altitudine. Abbiamo discusso a lungo di problemi legati alla medicina di montagna.
 
Gli ho parlato dell’esperienza della Commissione medica del C.A.I. in Italia. Aldashev mi ha raccontato anche dell’importante attività alpinistica svolta dagli alpinisti dell’ Asia Centrale ai tempi dell’ Unione Sovietica, con i quali ha collaborato nei vari campi base.
Giancelso Agazzi 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close