AlpinismoAlta quota

Everest, estesi i permessi 2014 per oltre 300 scalatori

KATHMANDU, Nepal — I permessi di scalata all’Everest dello scorso anno saranno validi fino al 2019. Lo ha deciso il governo nepalese in favore degli oltre 300 alpinisti che lo scorso anno avevano dovuto rinunciare alla salita dopo l’incidente del 18 aprile in cui morirono 16 nepalesi sotto il crollo di un seracco dell’Icefall.

La notizia è stata diffusa nei giorni scorsi dal Tourism Department nepalese e mette fine a mesi di incertezza per alpinisti e agenzie che attendevano di sapere se il loro permesso sarebbe stato ancora valido, come aveva promesso il Governo dopo la tragedia dello scorso anno, ed eventualmente fino a quando.

“I permessi potranno essere utilizzati in ogni momento da qui ai prossimi 5 anni, quindi entro il 2019 – ha detto Tulasi Gautam, portavoce del dipartimento, alla stampa -. Gli alpinisti potranno aggregarsi a qualsiasi gruppo o scalare da soli”.

“Gli alpinisti che avevano acquistato il permesso di gruppo, però, dovranno però versare al Governo la differenza di 1000 dollari per il cambiamento della tariffa – spiega Beni Hyoju della Cho Oyu Trekking -. Nel 2014 i permessi di gruppo costavano 10mila dollari a testa, mentre quelli singoli arrivavano a 25mila. Quest’anno le royalties sono state eguagliate: da gennaio 2015 salire l’Everest costa 11mila dollari per tutti, in gruppo o da soli. In più, chi sfrutta il permesso dello scorso anno dovrà pagare liaison officer e assicurazione per lo staff (cuoco, climbing Sherpa) che useranno quest’anno, anche se lo hanno pagato per l’anno scorso”.

Molte società che organizzano spedizioni, però, hanno espresso forte disappunto per il ritardo con cui il Governo ha reso ufficiale questa decisione: ormai avevano già rinunciato ad organizzare i viaggi di questa primavera.

Lo scorso anno erano stati rilasciati 39 permessi di gruppo per un totale di 334 alpinisti e 3,6 milioni di dollari di incasso per il Governo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close