Cronaca

Guida italiana uccisa da valanga

BOLZANO — Tragico incidente ieri pomeriggio sulle Alpi svizzere. Una guida alpina italiana è stata travolta da una valanga sul Piz Bleis Marscha, montagna di 3128 metri nel cantone dei Grigioni. La massa di neve gli è crollata addosso mentre attraversava il pendio dove avrebbero dovuto passare i dieci scialpinisti che stava accompagnando in un’escursione.

Era circa mezzogiorno quando la valanga si è staccata poco sotto la cima della montagna. Secondo le ricostruzioni, la guida alpina, Othmar Zinggerle, stava scendendo in un canalone poco sotto la vetta quando è partita la slavina che lo ha trascinato con sè.

L’uomo è stato trascinato dalla valanga per oltre un centinaio di metri. E poi è scomparso, inghiottito dal ghiaccio e dalla neve. Immediato l’allarme dei clienti che si trovavano con lui.

Entro poche decine di minuti sono giunti sul posto i mezzi e gli uomini della polizia svizzera e del soccorso alpino. Subito sono iniziate le ricerche del travolto, nella speranza di trovarlo ancora vivo. Purtroppo, dopo alcune ore, il corpo non si era ancora trovato.

Le ricerche sono riprese stamattina, quando l’uomo è stato finalmente individuato sotto ben due metri di neve. Purtroppo, privo di vita. Secondo le prime notizie riferite dalla polizia svizzera, la guida sarebbe morta in seguito alle gravi ferite riportate nella caduta.

Zinggerle, 44 anni, era originario dell’Alto Adige e da molto tempo era guida alpina. In questa tragica occasione, stava guidando un gruppo di dieci scialpinisti in una escursione di cinque giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close