Outdoor

Beffa alle Olimpiadi, intruso gareggia nella 50km di fondo

immagine

PRAGA, Repubblica Ceca — "Mi sono intrufolato nella 50 chilometri di fondo delle Olimpiadi e ho corso al posto di un giapponese". E’ la fantastica burla giocata da Josef Panuska, ceco di nazioanlità e di professione intruso, agli organizzatori di Torino 2006.

Lo ha confessato egli stesso quest’oggi. Il ceco ha indossato un numero "preso in prestito" ad
un atleta giapponese. Mettetevi nei panni degli organizzatori che si sono visti davanti un "giapponese" alto, biondo e con gli occhi celesti invece che a mandorla.
 
"Vabbè, potere della globalizzazione" devono aver pensato. Fatto sta che il ceco ha gareggiato in tutta tranquillità, quasi fosse nel giardino di casa sua. "Non l’ho fatto per la gloria – ha detto serafico Panuska – ma per partecipare alla più lunga corsa olimpica".
 
Il burlone ha raccontato di aver tagliato il traguardo di Pragelato dopo 7 ore e 54 minuti. Panuska non è nuovo a imprese del genere. Nel 2004, quatto quatto prese parte la maratona olimpica di Atene.
 
Una domanda: ma non ci avevano detto che le Olimpiadi erano blindate? 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close