Pareti

Preparare la salita al Monte Bianco? Arriva nuovo sito web

La vetta del Monte Bianco, 4810 metri di altitudine (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
La vetta del Monte Bianco, 4810 metri di altitudine (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

CHAMONIX, Francia — Quali e quante sono le vie d’ascesa al Monte Bianco? Come ci si prepara alla salita? In quali rischi si incorre? Quale attrezzatura è consigliata per effettuare l’ascensione? Quanto è importante l’acclimatamento? Per rispondere a queste e molte altre domande, due organizzazioni francesi hanno creato un nuovo sito web che contiene tutte le informazioni necessarie a compiere una salita sulla vetta più alta delle Alpi.

“È necessario ridare alla scalata del Monte Bianco il suo vero e proprio valore alpino, prendendo coscienza della prova tecnica fisica e morale che questa rappresenta e dei rischi che si corrono.” Questa frase campeggia nella pagina iniziale di climbing-mont-blanc.com e riassume le finalità con cui è stato creato questo nuovo sito web.

La volontà delle associazioni francesi dell’Office de Haute Montagne-La Chamoniarde e della Coordination Montagne, creatori del sito, è di “responsabilizzare i potenziali scalatori mediante un’informazione rigorosa e una prevenzione efficace.” Informazione e sensibilizzazione necessaria “per preservare la libertà di accesso alla montagna nonché evitare l’attuazione di una normativa più restrittiva.”

Il sito è in 4 lingue, italiano, inglese, francese e spagnolo, ed ha una grafica molto intuitiva con un menu sempre visibile nella parte alta dello schermo. Vi sono 4 sezioni principali, a seconda di quali informazioni si necessitano. Nella sezione 4810, l’altezza del Monte Bianco, vengono presentati i principali rischi legati alla salita e all’alta quota: le temperature molto basse, le condizioni meteorologiche, la stanchezza e il mal di montagna, incluso un piccolo test per sapere quanto è grave la condizione e se è il caso di rinunciare alla vetta.

La seconda sezione è Io mi informo e tratta di cosa è necessario conoscere dalle leggi alle valutazioni della propria preparazione fisica e delle difficoltà che si possono affrontare. In Io mi preparo si passa a cosa fare per salire in vetta: la scelta dell’itinerario, la preparazione – fisica, tecnica e psicologica- e l’equipaggiamento. L’ultima sezione è Vado, in cui vengono indicati rifugi, bivacchi e capanne dove è possibile fermarsi e/o pernottare, come sapere le condizioni meteo e della montagna, capire quando rinunciare e cosa fare in caso d’incidente.

Link: climbing-mont-blanc.com

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close