News

Corte Costituzionale: rifugi alpini accessibili ai disabili

Sedia a rotelle da utilizzare sulla neve (Photo courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)
Sedia a rotelle da utilizzare sulla neve (Photo courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)

AOSTA — I locali che somministrano cibi e bevande presenti sulle piste da sci, quali bar e rifugi, non raggiungibili da strade percorribili da veicoli a motore, devono essere accessibili alle persone diversamente abili. Lo ha stabilito una sentenza della Corte Costituzionale dichiarando illegittima una norma della Valle d’Aosta che escludeva questi edifici dalle norme sulle barriere architettoniche.

L’articolo 26, comma 1, della legge regionale della Valle d’Aosta numero 8 del 2013 sosteneva che “agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande non raggiungibili con strade destinate alla circolazione di veicoli a motore non si applicano le disposizioni vigenti in materia di abbattimento delle barriere architettoniche.”

“La normativa – ha spiegato all’Ansa di Valle d’Aosta il dirigente regionale Enrico Di Martino – era volta a evitare investimenti onerosi per strutture non raggiungibili da disabili”. La Corte Costituzionale ha però valutato la norma regionale e in una sentenza ne ha dichiarato l’illegittimità costituzionale.

Ne consegue che rifugi alpini, bar e locali sulle piste da sci che somministrano cibi e bevande, per quanto non siano raggiungibili dai veicoli a motore attraverso le strade, devono essere accessibili alle persone diversamente abili.

Link: http://www.cortecostituzionale.it/stampaPronunciaServlet?anno=2014&numero=111&tipoView=P

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Mi sono letto la sentenza.
    Follia pura.
    Si arriva a dire che i rifugi, se fosse mantenuta la norma che consente loro la deroga, godrebbero di una posizione di concorrenza sleale nei confronti degli altri pubblici esercizi.
    Ma per favore!

  2. Il principio è giusto secondo me.. Il problema sarà rendere queste strutture effettivamente accessibili ai disabili…

    Tra l’altro, il testo dell’art. 26 della Legge n. 8/2016, si riferisce non solo ai rifugi su piste da sci, ma a tutti i rifugi.

    Come faranno a rendere accessibili ai disabili i rifugi che sono raggiungibili soltanto con sentieri molto stretti, ripidi ed esposti? Mah…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close