Ambiente

Dalla Piramide al villaggio di Dingboche, donati i panelli fotovoltaici

La cerimonia di consegna dei pannelli fotovoltaici a Dingbochei
La cerimonia di consegna dei pannelli fotovoltaici a Dingboche

DINGBOCHE, Nepal — Si è tenuta la scorsa settimana a Dingboche la cerimonia di consegna dei moduli fotovoltaici donati dalla spedizione Cobat-EvK2Cnr a due cooperative della Khumbu Valley. 60 pannelli, 48 batterie e 5 regolatori di carica provenienti dalla Piramide dell’Everest andranno ora a creare una “Community Solar Station” che fornirà elettricità agli abitanti del paese.

La missione Cobat (Consorzio Obbligatorio per le Batterie al Piombo Esauste e i Rifiuti Piombosi) e Comitato EvK2Cnr, svoltasi sotto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, è in fase di chiusura. L’ultima tappa si è svolta a Dingboche dove si è tenuta la consegna dei pannelli fotovoltaici.

I moduli sono quelli che fino a pochi giorni fa fornivano energia al Laboratorio Piramide dell’Everest, ancora funzionanti e sostituiti con altri pannelli di nuova generazione. Intorno alle 10:30 del mattino di giovedì il gruppo è arrivato a Dingboche, dove è stato accolto dai rappresentanti della KACC – Khumbu alpine conservation council, e della KMPC – Khumbu multi purpose Co-operation.  Nel pomeriggio alla presenza di circa 60 persone del villaggio si è tenuta la cerimonia di consegna.

“La piccola meeting hall era stipata di persone – racconta Laxman Sherpa del Comitato EvK2Cnr -, tanto che molti sono rimasti fuori. Il presidente del KACC ha dato a tutti il benvenuto, ringraziando Cobat e il team del Comitato EvK2Cnr. Poi sono intervenuti Agostino Da Polenza, presidente di EvK2Cnr, Giancarlo Morandi presidente di Cobat, Vittorio Cogliati Dezza presidente di Legambiente e il vicepresidente del KMPC. Infine è stato siglato un Memorandum of under standing”.

 

[nggallery id=770]

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close