• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Tirolo, alta cucina sui sentieri d'alta quota

L'Ascher Hütte, nel territorio comunale di See, è uno dei quattro rifugi che ospiterà il Cammino Culinario di San Giacomo (Photo courtesy of commons.wikimedia.org)
L’Ascher Hütte, nel territorio comunale di See, è uno dei quattro rifugi che ospiterà il Cammino Culinario di San Giacomo (Photo courtesy of commons.wikimedia.org)

ISCHGL, Austria — Il trekking si sposa con l’alta cucina sui sentieri del Tirolo Austriaco. Grazie alla manifestazione “Cammino Culinario di San Giacomo”, nei rifugi della zona sarà possibile degustare piatti di alta cucina preparati da chef europei di massimo livello. La manifestazione inizierà sabato 6 e domenica 7 luglio e proseguirà per tutta la stagione estiva.

La cittadina di Ischgl e la valle di Paznaun in cui è situata, sono note agli appassionati della montagna per le numerose e innovative iniziative volte a valorizzare il proprio territorio durante tutto l’anno. Per la stagione estiva spicca il “Cammino Culinario di San Giacomo” (Kulinarischer Jakobsweg) appuntamento consolidato già da alcuni anni. L’evento, come suggerisce il nome, unisce due delle attività preferite da chi va in montagna: camminate e buon cibo.

Il Cammino Culinario di San Giacomo ruota intorno al numero 4: Ischgl, Galtür, Kappl e See sono le quattro cittadine della valle di Paznaun da cui partono i sentieri per raggiungere i quattro rifugi in cui i quattro chef attenderanno i commensali. Ogni chef proviene da un diverso paese europeo e cucinerà un piatto sotto la guida dell’austriaco Eckart Witzigmann, uno degli unici quattro cuochi al mondo ad essere premiato con il titolo di “chef del secolo”. La manifestazione inizierà sabato 6 e domenica 7 luglio e si protrarrà per tutta l’estate.

Nel weekend di apertura ogni chef sarà presente nel “proprio” rifugio per proporre il piatto scelto e spiegare alcuni trucchi delle proprie ricette. Siete curiosi di sapere quali? Eccovi accontentati.

L’italiano Gian Paolo Raschi, del ristorante ‘Guido’ di Rimini, cucinerà ravioli con porcini e ricotta in fonduta di parmigiano con ristretto aromatizzato ai pinoli ed erbe alpine nel Heidelberger Hütte. Dall’Olanda, Rik Jansma preparerà agnello della valle di Paznaun con puré di mele, aglio e fave presso il Jamtalhütte. Al Niederelbehütte arriverà invece dal Belgio Kristof Coppens con pancetta di maiale laccata con cipolle, formaggio di capra e mostarda croccante di pomodori. Infine, dalla Germania Otto Koch porterà sull’Ascher Hütte un goulasch di cervo con soufflé di pane e funghi.

 

Info (in lingua inglese): http://www.ischgl.com/en/enjoy/summer-highlights/culinary-st-jacobs-way

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.