• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Pirenei sotto la neve, riaprono due stazioni sciistiche

Sciare a  Porté Puymorens (Photo www.porte-puymorens.net)
Sciare a Porté Puymorens (Photo www.porte-puymorens.net)

PORTÉ PUYMORENS, Francia — Una primavera eccezionale quella di quest’anno sui Pirenei. Tra 1600 e 2500 metri di altitudine nelle ultime settimane è scesa molta neve, tanto che lo scorso weekend le stazioni sciistiche di Artouste e Porté Puymorens hanno riaperto. Stando a quanto scrive il sito spagnolo Barrabes.com, attualmente le montagne presenterebbero condizioni di innevamento migliori di quelle che c’erano nello scorso gennaio.

Secondo il portale Meteoweb.eu sui Pirenei si registrerebbero 70, 80 centimetri di neve a basse quote, e fino a 5 metri intorno ai 2500 metri di altitudine, vale a dire la quota massima raggiunta nel comprensorio di Porté Puymorens, uno di quelli che ha riaperto eccezionalmente lo scorso fine settimana consentendo agli sciatori di tornare in pista per ultime sciate fuori stagioni. Si tratterebbe della primavera più fredda degli ultimi due secoli nella catena montuosa che fa da cerniera tra Spagna e Francia.

L’eccezionalità naturalmente, interessa maggiormente le altitudini più basse, che ad inizio giugno difficilmente vedono ancora la neve. Al Luz-Ardiden, nei Pirenei francesi, l’altezza del manto nevoso ha raggiunto i 3 metri e 25 centimetri, un fatto straordinario che batte il record precedente del 2004, pari a 2,30 metri.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.