• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Green

I lupi tornano nelle Marche: contati quasi 150 esemplari

Due lupi fotografati sulla strada del Fargno, in provincia di Macerata (Photo Maurizio Stacchiola courtesy of  www.cronachemaceratesi.it)
Due lupi fotografati sulla strada del Fargno, in provincia di Macerata (Photo Maurizio Stacchiola courtesy of www.cronachemaceratesi.it)

ANCONA — Sarebbero tra i 137 e i 155 gli esemplari di lupo presenti sul territorio marchigiano. Ad affermarlo è la stessa Regione a seguito di un monitoraggio effettuato tra il 2010 e il 2012 dall’Assessorato all’Ambiente che ha confermato una crescente diffusione della specie, ad oggi valutata nella zona intorno ai 130-150 esemplari.

Si è svolta lunedì 21 gennaio presso la sede della Regione Marche la presentazione dei dati definitivi rilevati dal monitoraggio degli esemplari di lupo presenti nel territorio. Lo studio è stato effettuato dal 2010 al 2012 nell’ambito di un programma attuato dall’Assessorato all’Ambiente, sulla base del Piano nazionale del ministero dell’Ambiente-Ispra.

Il censimento ha stimato la presenza di oltre 100 esemplari, più precisamente da 137 a 145. Si tratta di una buona diffusione, dovuta – secondo gli esperti – in gran parte all’abbandono della montagna da parte dell’uomo e all’abbondanza di cibo per i lupi. La Regione e l’Assessorato all’Ambiente stanno attuando progetti per la tutela del lupo e la prevenzione da eventuali attacchi agli allevamenti e ad altre attività umane.

Nel frattempo sta per essere avviata una seconda fase del programma di studio che si svolgerà nel triennio 2013-2015. La finalità saranno di proseguire nelle indagini già sviluppate nel triennio precedente e fornire indicazioni più specifiche sulla distribuzione del lupo sul territorio marchigiano in modo da aiutare gli enti nella gestione della tutela della specie.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.