• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Neve sul Nord Italia: disagi dalle Alpi alla Pianura Padana

La situazione odierna della strada statale 301 per Livigno al Passo del Foscagno catturata da una webcam (Photo courtesy of www.webcam.valtline.it)
La situazione odierna della strada statale 301 per Livigno al Passo del Foscagno catturata da una webcam (Photo courtesy of www.webcam.valtline.it)

BERGAMO — La neve continua a cadere dalla Valle d’Aosta all’Emilia Romagna e con essa iniziano i disagi per la circolazione: in Valtellina e in Valchiavenna è difficile la circolazione su diversi passi alpini, mentre in Pianura Padana le strade imbiancate stanno creando code e problemi soprattutto per i pendolari. Alcuni sindaci, in particolare nella provincia di Bergamo, hanno deciso la chiusura delle scuole per oggi o per domani, mentre i centralini del 118 sono assediati  da chiamate per cadute dei pedoni sui marciapiedi.

La circolazione sui valichi alpini è stata chiusa sui passi Forcola, San Marco e Stelvio. I passi di Aprica e Foscagno, invece, sono transitabili con pneumatici da neve, mentre per Maloja e Bernina è meglio mettere le catene. In alcuni punti delle strade provinciali di Valtellina, Valchiavenna e della zona settentrionale della Provincia di Bergamo vi sono difficoltà a transitare dove il manto nevoso non è ancora stato rimosso dai mezzi spazzaneve.

Alcuni sindaci hanno già deliberato le ordinanze di chiusura delle scuole: nella giornata di oggi sono già stati chiusi gli istituti di Buguggiate in provincia di Lecco e Spirano, Gandosso, Foresto Sparso e Villongo in provincia di Bergamo a cui seguiranno domani Dalmine, Treviglio, Mozzo, Torre Boldone sempre nella bergamasca.

Peggiore la situazione in Pianura Padana dove sarebbero caduti tra i 15 e i 20 centimetri di neve. I disagi alla circolazione si stanno sentendo in particolare a Genova e Milano a causa della caduta di rami troppo carichi e delle strade molto spesso impraticabili. Inoltre sarebbero decine e decine i chilometri di coda verso il capoluogo lombardo, mentre in città c’è stato un vero e proprio boom di chiamate al 118 per le cadute dei pedoni sui marciapiedi.

Ricordiamo che secondo 3bmeteo.com in serata il treno di perturbazioni invierà ancora altra neve sino in pianura su Piemonte, Liguria più interna, ovest Lombardia più occidentale. Sul resto della Pianura Padana passaggio a pioggia, con neve solo in montagna, a tratti ancora fino al fondovalle su Val d’Adige e Valtellina. Accumuli complessivi anche di oltre 20cm su pianura piemontese e Lombardia occidentale fino ad ovest milanese e Brianza, anche superiori ai 30cm sul varesotto.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.