News

Presente e futuro della montagna sul web: l’11 dicembre Montagna.tv fa il giro del mondo

Sara Sottocornola
Sara Sottocornola

BERGAMO — Nella giornata internazionale della montagna l’editoria di montagna riflette su se stessa e lo fa dalle pagine della testata d’alpinismo ed esplorazione più nota al mondo: Explorersweb pubblica oggi in apertura un’intervista a Sara Sottocornola, direttore di Montagna.tv. Lo stato attuale dell’informazione, in particolare su web, la diffusione dei film di arrampicata e avventura, la sostenibilità di questo tipo di giornalismo ai tempi della crisi. Un’indagine a tutto tondo sugli occhi e le voci della montagna e un bel regalo per noi, da parte dei colleghi americani con cui da anni abbiamo un rapporto di amicizia e collaborazione.

Come Mountainzone, MountEverest.net, Everestnews, Risk, Russianclimb e altri siti diventati negli anni punto di riferimento dell’informazione di settore, Montagna.tv nasce all’inizio degli anni Zero per dare spazio a una nuova editoria specializzata: un giornale che sia al contempo generalista, ovvero d’interesse per qualunque tipologia di frequentatore o amante della montagna, ma al contempo rivolta in modo specifico al mondo dell’alpinismo, del verticale, del turismo e della cronaca dei monti.

Come è cambiato questo settore negli ultimi dieci anni, in quale stato di salute verte, quale sarà il suo futuro? Gli amici di Explorersweb, notissimo sito americano che da anni si occupa con professionalità di dare notizie nell’ambito dell’esplorazione e dell’alpinismo, lo hanno chiesto a Sara Sottocornola, che ormai ha una lunga esperienza nell’editoria di montagna, anche grazie a Montagna.tv, di cui oggi è direttore.

“Siamo in un periodo di grande recessione per la carta stampata in Italia – dice Sara ad Explorersweb -. Oggi i giornali sopravvivono se fanno parte di grandi gruppi e/o perché sono delle specie di simboli storici, ma sempre meno gente li compra e le versioni online stanno al contempo crescendo velocemente. I media online forniscono notizie fresche e in tempi più veloci. E’ impossibile per la carta stampata eguagliare questa offerta. Noi abbiamo triplicato i nostri visitatori in due anni e oggi raggiungiamo una media di 35mila visite al giorno. Abbiamo una sezione dedicata ai video dal giugno scorso, piace molto ma la maggior parte dei nostri lettori continua a preferire la storie e le interviste scritte”.

“Penso che anche i nuovi media siano capaci di creare nuovi eroi – risponde il direttore quando le viene chiesto se i lettori sono più concentrati sul parlare di loro stessi attraverso i commenti o sul cercare nuovi eroi anche nel mondo della montagna, come succedeva una volta con la stampa cartacea -. La gente vuole dire la propria opinione, commentare le notizie. Ma desidera sempre avere degli eroi”.

Exploresweb è interessato soprattutto al mondo dei video e dei documentari d’avventura e d’ambiente, che oggi difficilmente trovano mercato e che spesso risultano “noiosi” sia per gli adulti che per i bambini abituati ai giochi da computer. “I documentari potrebbero diventare più appassionanti cercando di rivolgersi ad pubblico più ampio e a diventare un po’ più fiction – dice Sara Sottocornola – ma i bambini devono tornare a giocare all’aperto”.

“Come vedo Montagna.tv fra 20 anni? Sempre sul web, ma anche capace di produrre contenuti specializzati, video, news o programmi per la tv”.

Leggi tutta l’intervista su Explorersweb

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close