• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Bolzano la migliore provincia per la qualità della vita

Bolzano (Photo courtesy of www.smarttravel.cz)
Bolzano (Photo courtesy of www.smarttravel.cz)

BOLZANO — La provincia di Bolzano è quella dove si vive meglio. Gli altoatesini sono al primo posto nella ricerca annuale de “Il Sole 24 ore” sulla qualità della vita in Italia. Subito dietro si piazzano Siena e la vicina Trento. Nella top ten ci sono altre tre province alpine: Trieste al quinto, Belluno al settimo e Aosta al nono posto.

La 23esima edizione della ricerca annuale “Qualità della vita 2012 nelle province italiane” de Il Sole 24 ore è stata pubblicata nei giorni scorsi. L’analisi ha preso in considerazione sei settori – Tenore di vita, Affari e lavoro, Popolazione, Ordine Pubblico, Servizi ambiente e salute, Tempo Libero – a loro volta suddivisi in sei indicatori per un totale di 36 voci.

Unendo le graduatorie è emersa Bolzano come prima delle 107 province italiane per qualità della vita. Si tratta della quarta medaglia d’oro conquistata dall’Alto Adige, già prima in questa classifica nel 1995, nel 2001 e nel 2010. Nei vari settori si è distinta in Affari e lavoro e Tempo libero in cui è giunta terza grazie ad una percentuale di disoccupazione inferiore alla media nazionale e alle numerose presenze turistiche, ma anche la scarsa incidenza di reati le ha permesso di ottenere il quarto posto in Ordine Pubblico.

Altre province delle Alpi si sono distinte nei primi posti della classifica, tanto da conquistare ben 5 posizioni nei primi 10 posti. Oltre a Bolzano ci sono Trento al terzo posto, Trieste al quinto, Belluno al settimo e Aosta al nono posto. A completare la Top Ten ci sono Siena al secondo posto, Rimini al quarto, Parma al sesto, Ravenna all’ottavo e Bologna, prima nel 2011, solo decima.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Stavo rimuginando opzioni turistiche sulle zone tirolesi. Ho trovato su satellite una antenna locale e ho sentito accenti non autoctoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.