• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Ricerca

Innalzamento dei mari: lo scioglimento dei ghiacciai influisce più del 50%

Ghiacciai (Photo Ben Marzeion courtesy redorbit.com)
Ghiacciai (Photo Ben Marzeion courtesy redorbit.com)

VIENNA, Austria — La maggiore causa dell’innalzamento degli oceani è lo scioglimento dei ghiacciai montani. Un gruppo di ricercatori austriaci dell’Università di Innsbruck ha stimato che, se dal 1902 al 2007 i mari si sono innalzati di 20 centimetri come stimato dall’Ipcc, oltre 11 centimetri di questo innalzamento proverrebbero dalle acque di scioglimento dei ghiacciai.

Secondo quanto riferito dall’Afp, per effettuare le stime i ricercatori hanno applicato modelli numerici ai circa 300mila ghiacciai della Terra ed effettuando poi migliaia di misurazioni in loco per validare i risultati, pubblicati nei giorni scorsi. Ben Marzeion dell’Institute for Meteorology and Geophysics, coordinatore della ricerca, ha dichiarato alla stampa che è emerso anche che “sorprendentemente, il ritmo di scioglimento dei ghiacciai è stato piuttosto costante durante tutto il secolo, nonostante lungo il periodo le temperature siano aumentate”.

A contribuire all’innalzamento, spiega il ricercatore, ci sono poi altri fattori come “l’espansione dei mari a seguito del riscaldamento, lo scioglimento delle calotte polari, e cambiamenti nelle riserve idriche terrestri come laghi o fonti sotterranee”.

Poco rosee le previsioni per il futuro. Secondo i ricercatori, entro fine secolo lo scioglimento dei ghiacciai contribuirà all’innalzamento dei mari per altri 15-22 centimetri. Questa previsione sembra perfino peggiorare quella dell’Ipcc (il gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico), che nell’ultimo rapporto aveva previsto un innalzamento del livello marino terrestre di altri 20 centimetri entro il 2100, (di più solo in alcune zone).

“Secondo i nostri modelli climatici – spiega Marzeion – le regioni come le Alpi, con ghiacciai più piccoli, perderanno una gran parte delle loro calotte, circa metà entro il 2040. Ma si tratta di una massa molto piccola a livello assoluto, che contribuirà all’innalzamento degli oceani per soli 0,2 mm. Regioni con più ghiacciai come il Canada, invece, perderanno una gran massa glaciale in termini assoluti (+2 cm sull’innalzamento dei mari), ma minore in termini percentuali (circa il 30%). Tutto, comunque, dipenderà da quanti gas serra verranno prodotti ancora sulla Terra”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.