News

Francia, in corso le ricerche di un alpinista sul Monte Bianco

Il rifugio di Tête Rousse, lungo la via normale francese del Monte Bianco (Photo courtesy of lesrefugesdumassifdumontblanc.fr)
Il rifugio di Tête Rousse, lungo la via normale francese del Monte Bianco (Photo courtesy of lesrefugesdumassifdumontblanc.fr)

CHAMONIX, Francia — Un  alpinista iraniano di 33 anni risulta disperso nel territorio francese del Monte Bianco da quasi un mese. Secondo le indagini delle autorità francesi, seguite alla denuncia dell’Ambasciata iraniana, il giovane sarebbe stato visto l’ultima volta il 16 ottobre al rifugio Tête Rousse e il suo zaino sarebbe stato ritrovato da un cacciatore nei giorni successivi.

Il Peloton de Gendarmerie de Haute Montagne (Pghm) di Chamonix è l’ente incaricato delle ricerche dell’alpinista. Secondo le ricostruzioni, pubblicate dalla stampa francese in questi giorni, il 33enne sarebbe arrivato nella cittadina ai piedi del Monte Bianco il 14 ottobre per tentare la cima lungo la via normale e proseguire poi verso il versante svizzero del Cervino.

É stato visto vivo l’ultima volta il 16 ottobre presso il rifugio Tête Rousse a 3167 metri di quota. Da allora, di lui si sono perse le tracce.

Il Pghm ha comunicato, però, che lo zaino dell’uomo è stato ritrovato da alcuni cacciatori nel territorio comunale di Les Houches, il paesino da cui è cominciata la scalata dell’alpinista e in cui sorge la struttura in cui è stato avvistato l’ultima volta.

Le autorità sono ora alla ricerca di ulteriori testimoni che abbiano visto il 33enne vivo poichè le ricerche lungo la via che doveva percorrere e capanne e rifugi nei dintorni – che in questo periodo sono chiusi – non hanno dato alcun indizio su dove possa essere finito l’uomo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close